Fossacesia potenzia la videosorveglianza per individuare chi abbandona rifiuti in campagna

FOSSACESIA. È stata rafforzata, con l’installazione di diverse foto trappole, la guerra all’abbandono dei rifiuti su tutto il territorio comunale e in particolare nelle zone di campagna, dove ultimamente si era registrato un aumento notevole del fenomeno.

Alla presenza del sindaco Enrico Di Giuseppantonio, dell’assessore all’Ambiente Raffaele Di Nardo e del consigliere delegato alle Politiche agricole Lorenzo Santomero, la Ecolan ha installato in varie zone di campagna numerose fototrappole per punire chiunque, singolo cittadino o ditta privata, compia tale reato.

«Purtroppo numerose sono le segnalazioni che riceviamo in questo senso e assistiamo a volte ad un vero e proprio scempio ambientale che non è più tollerabile» dichiara Di Nardo, «nonostante abbiamo già provveduto ad installare in alcune zone tali sistemi di sorveglianza, cosa che comunque ha avuto i suoi risultati, molto ancora c’è da fare».

Le fototrappole altro non sono che un sistema di videosorveglianza, fatto da minuscole telecamere che vengono posizionate in punti strategici, cosiddetti sensibili, e collegate ad una centrale che costantemente viene controllate dalle forze di polizia.

«Ultimamente le zone colpite dagli incivili sono soprattutto le aree di campagna o lungo il Sangro, dove spesso viene abbandonato ogni genere di rifiuto, soprattutto quelli ingombranti», prosegue Santomero, «e questo fenomeno va assolutamente fermato, individuando il colpevole e inasprendo le pene, applicando il massimo delle multe previste dalla norma».

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca