Pupillo: “Lanciano, capitale d’Abruzzo per la difesa dell’ambiente”

Il Comune di Lanciano
Il Comune di Lanciano

LANCIANO. “Lanciano dimostra ancora una volta di essere nei fatti la capitale d’Abruzzo per la difesa e la valorizzazione dell’ambiente”. E’ la dichiarazione del sindaco, Mario Pupillo a margine della presentazione, questa mattina in aula di consiglio, del piano regionale dei rifiuti e del contratto di fiume Feltrino.

“L’orgoglio e la felicità di vivere giornate come queste ripaga noi amministratori e i cittadini di Lanciano di tutti i sacrifici e gli sforzi che quotidianamente facciamo per costruire una città a misura d’uomo e sostenibile dal punto di vista ambientale – precisa Pupillo – Come non ricordare oggi, davanti a questi due passaggi fondamentali del futuro di Lanciano e del suo comprensorio, che quando siamo arrivati a Palazzo di città la raccolta differenziata era intorno al 20%; come non ricordare il caos pubblico-privato che ha preceduto la straordinaria avventura di EcoLan con il nuovo corso del presidente Massimo Ranieri. Non dimentichiamo che quell’avventura è partita dai banchi di questa maggioranza di governo, che ha compiuto una scelta precisa, non scontata e assolutamente lungimirante di affidare il servizio di igiene urbana a una società partecipata liberata dagli interessi privati e riempita di tanti obiettivi per la collettività. Con i risultati che oggi sono sotto gli occhi di tutti: EcoLan con la preziosa collaborazione dei cittadini lancianesi ha portato la raccolta differenziata ala 78%, quota stabile nel 2017 che darà i suoi primi risultati anche sul piano economico a partire dalla Tari 2018. Grazie a questa avventura oggi EcoLan, la società dei comuni del Frentano, è l’unica realtà in Abruzzo a ricevere un finanziamento di 12 milioni di euro dal ministero dell’Ambiente tramite la Regione Abruzzo. Ringrazio il sottosegretario alla Presidenza Regione Abruzzo Mario Mazzocca per la vicinanza e il sostegno alla nostra Amministrazione e all’avventura di EcoLan, che giustamente ha definito come esempio regionale di “pubblico che funziona”.

“Sulla stessa frequenza – prosegue la nota dell’amministrazione – si colloca la firma del piano di azione del Contratto di Fiume Feltrino, uno strumento che collega e mette insieme i 5 Comuni del bacino del fiume Feltrino, la Regione Abruzzo e l’associazione CDCA che ha preparato lo studio e informato la popolazione grazie all’impegno della presidente, Silvia Ferrante, del direttore, Tommaso Pagliani, dei sindaci e delle popolazioni dei comuni interessati, Lanciano, Castel Frentano, Treglio, San Vito Chietino e Frisa. Si tratta di una sfida importante del nostro territorio, per il recupero e la valorizzazione di un fiume troppe volte maltrattato dalla presenza umana non regolata. Il 2018 sarà l’anno della svolta anche per il Feltrino”.

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca