Sarchese (EcoDem): “Il Parco Villa delle Rose si congiunga alla pista ciclabile di via Del Mare”

villa delle roseLANCIANO. Un appello all’amministrazione comunale affinchè si adoperi per avviare al più presto i lavori di realizzazione della nuova area verde nell’ex ippodromo comunale. E’ quanto scrive l’esponente di Ecologisti democratici (EcoDem), Tommaso Sarchese in una nota. “L’arrivo del finanziamento regionale per Villa delle Rose non può che fare piacere all’intera città di Lanciano che ha visto per anni bloccata questa grande area in pieno centro a seguito dei vari contenziosi con un privato che gestiva l’anello delle corse ippiche. – considera Sarchese – Già nel 2000 quando l’area era ancora destinata alle corse dei cavalli avevo espresso non poche perplessità circa il fatto che un’area verde di tali dimensioni rimanesse vincolata alle corse per pochi giorni l’anno; anni successivi avevano visto dei progetti per farne dei parcheggi interrati (amministrazione Fosco) che fortunatamente non decollarono. Nel 2007 quando furono interdette le corse ippiche auspicavo la creazione di un’unica area congiungendo la villa comunale con l’area ippodromo eliminando la striscia di asfalto, in seguito anche alla chiusura (ideata dalla vecchia giunta) nei festivi al traffico di quel tratto di strada che consentiva ai bimbi di giocare e attraversare liberamente. Ora è il momento di non farsi scappare questa occasione irripetibile”.

“E’ in corso il progetto esecutivo per la sistemazione dell’intera area – spiega ancora il componente di EcoDem -Tenuto conto della volontà di realizzare un arena per eventi giacchè è stata rifatta anche l’intera gradinata dove è attualmente il campo di calcio, e lodata l’idea di demolire i vecchi box dei cavalli e le strutture in muratura ritenuti inutili, positiva va vista anche l’idea di realizzare una pista ciclopedonale che andrà a ricollegarsi a quella di via del Mare, ovviamente più stretta dell’anello attualmente esistente. A questo punto vi è la parte rimanente dell’area che finalmente, rimossa la pista di cemento per il pattinaggio pochissima utilizzata, può essere riconsegnata alla città trasformando l’intero comparto in un vero parco pubblico, con verde e alberi autoctoni ridando vita ad un’area ibrida che non è stato possibile mai destinare a parco, prima per le corse ippiche e poi per il contenzioso con il privato. Si verrebbe a creare così un vasto polmone verde che potrebbe dare alla nostra città un’opportunità irripetibile. Con un successivo lotto dei lavori suggerisco all’amministrazione di realizzare quel salto di qualità, congiungendo le due aree verdi ed eliminando il nastro di asfalto che si interpone tra ex ippodromo e villa comunale, ovviamente studiando dei percorsi diversi per le auto. Faccio appello a tutta l’amministrazione affinchè questa opportunità non venga persa; un grazie all’impegno finanziario della regione ora tocca a noi utilizzare al meglio quelle risorse. E quale miglior utilizzo se non quello per migliorare la vivibilità della nostra città?”.

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca