Uniti contro il degrado: domani volontari ripuliscono Villa Martelli

CONTRO IL DEGRADOLANCIANO. Una giornata per restituire alla comunità e all’ambiente un’area diventata una sorta di discarica a cielo aperto e per sensibilizzare al rispetto dell’ambiente. L’amministrazione comunale di Lanciano e l’associazione Nuovo Senso Civico hanno accolto con disponibilità l’invito del Corpo Forestale dei Carabinieri di Lanciano a partecipare alla riqualificazione di un’area deturpata dall’abbandono di rifiuti ad opera di cittadini irresponsabili e incivili in contrada Villa Martelli, nei pressi del quartiere Santa Rita. Volontari, attivisti e cittadini “di buona volontà” sono tutti invitati a partecipare. Si parte domattina alle 9,30 con ritrovo nella strada di Villa Martelli che conduce al canile comunale. La giornata si concluderà alle 13.

“Come cittadini siamo spesso inclini a prendercela con le istituzioni, considerandole inadeguate alla tutela e al rispetto dell’ambiente – scrive in una nota Nsc – Purtroppo spesso accade esattamente il contrario. L’abbandono dei rifiuti in discariche abusive e improvvisate, da parte di cittadini irresponsabili e fuorilegge, rappresenta una piaga che pesa sull’incremento dell’inquinamento di aree sempre più degradate proprio a causa di questo comportamento inqualificabile, oltre a determinare un aumento dei costi dello smaltimento dei rifiuti urbani che, per colpa di pochi, arriva a pesare sulle tasche dei contribuenti tutti. In contrada Villa Martelli, direzione canile, i Carabinieri Forestali di Lanciano hanno individuato un’area molto estesa in cui il livello di degrado a causa dell’abbandono illecito di rifiuti urbani ha raggiunto livelli davvero preoccupanti, al punto voler sollecitare un intervento per la rimozione dei rifiuti. E’ per questo che l’amministrazione di Lanciano e Nuovo Senso Civico contribuiranno fisicamente, insieme ai Carabinieri Forestali fuori dal servizio, all’operazione di pulizia dell’area”.

villaMartelli“E’ arrivato il tempo della tolleranza zero nei confronti dei furbi – prosegue l’associazione – Inoltre, forte e chiaro, deve arrivare il messaggio che i tre Carabinieri Forestali in servizio nel distretto di Lanciano ben rappresentano quella parte attiva delle istituzioni al servizio della collettività, con un’attività di controllo esemplare e un enorme dispendio di energie e tempo, ben oltre l’orario di servizio. Tre carabinieri forestali per 10 comuni del nostro comprensorio sono davvero troppo pochi per 24mila ettari di territorio da controllare. Corre l’obbligo, dunque, di sollecitare gli organi preposti alla gestione di una materia cosi delicata, ad incrementare l’organico di questi agenti al servizio del territorio. Una maggiore vigilanza costituirebbe il deterrente più efficace per quei cittadini irresponsabili che hanno smarrito il senso dello Stato e del bene comune. Bisogna ripartire dalle responsabilità individuali, ognuno nel ruolo che gli compete, nel più trasparente rispetto delle leggi e delle regole della convivenza civile”.

(Visited 117 times, 1 visits today)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca