Neve e ghiaccio fermano anche Sevel e Honda

ATESSA. Il maltempo ferma anche il tessuto industriale della Val di Sangro. I colossi del settore metalmeccanico Sevel e Honda hanno deciso di fermare le attività produttive per domani, lunedì 9 gennaio. Sevel, dopo il fermo del turno C della notte tra giovedì e venerdì scorsi a causa di un black out elettrico, ha deciso di sospendere le attività lavorative per il primo turno di domani. Sempre domani, alle 9,30, si riunisce il comitato esecutivo aziendale per decidere le modalità del recupero produttivo.

Sevel, con i suoi oltre 6.500 dipendenti, ha una fortissima presenza di pendolari. Il problema quindi non riguarda le strade attorno allo stabilimento di contrada Saletti, che in queste ore si è provveduto comunque a sgomberare da neve e ghiaccio, ma soprattutto le arterie provinciali e di competenza Anas che devono percorrere le migliaia di pendolari in arrivo da comuni montani e perfino dal Molise. Si calcola che il 50% dei pendolari ha un raggio di strada entro i 30 minuti, mentre il 44% dai 30 ai 60 minuti.

Anche Honda resta ferma per la giornata di domani. I dipendenti sarebbero dovuti tornare al lavoro dopo la pausa delle festività natalizie iniziata lo scorso 23 dicembre. Anche per Honda si deciderà domani se prolungare o meno il fermo lavorativo a causa del maltempo.

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca