Presentata la stagione teatrale del Fenaroli

23130844_10155890265983909_4669124182004588044_nLANCIANO. E’ stata presentata ieri in conferenza stampa la nuova stagione teatrale del Fenaroli di Lanciano, che quest’anno ha dato avvio alla collaborazione tra il Teatro Comunale Fedele Fenaroli e l’ACS, Abruzzo Circuito Spettacolo. Un circuito multidisciplinare per la distribuzione dello spettacolo dal vivo nella nostra regione, con l’obiettivo di avviare programmi culturali condivisi che possano corrispondere alle diverse esigenze di adulti e ragazzi. Erano presenti all’incontro il sindaco Mario Pupillo, l’assessore alla cultura Marusca Miscia,  il presidente ACS Federico Fiorenza e il direttore prosa e teatro ragazzi ACS, Benedetto Zenone. Il cartellone degli spettacoli di prosa offre un ventaglio di proposte di ottimo livello, che vede protagonisti famosi attori del panorama teatrale italiano e non solo, quali Umberto Orsini, Anna Bonaiuto, Vinicio Marchioni, Edoardo Siravo, Emanuele Salce, Giuliana Lojodice e Luca Barbareschi.

Il sipario si aprirà il 10 novembre su “Le Serve” di Jean Genet, un’opera che Jean-Paul Sartre definì “uno straordinario esempio di continuo ribaltamento fra essere e apparire, fra immaginario e realtà”. Seguiranno “D.N.A. Bulling Play” di Dennis Kelly, che vedrà protagonisti i ragazzi del TAG, una compagnia di giovani talenti la cui formazione è approdata al Piccolo di Milano e alla Silvio D’Amico di Roma; “Una Giornata Particolare” di Ettore Scola e Ruggero Maccari; “L’Anatra all’Arancia” di William Douglas Home; “Bukurosh, Mio Nipote” di Gianni Clementi; “Uno Zio Vanja” di Anton Cechov, “Copenaghen” di Michael Frayn e “Le Nostre Donne” di Eric Assous che, il 10 marzo 2018, concluderà la stagione. Il 28 gennaio 2018 verrà proposto, in via eccezionale, lo spettacolo di danza “En Tus Ojos Piazzolla Tango” ideato e diretto da Luciano Padovani, rivolto soprattutto alle scuole di danza del comprensorio frentano che potranno avvalersi di un’importante opportunità di formazione. Verranno, inoltre, riproposti gli incontri al Fenaroli tra gli studenti delle scuole superiori della città e gli attori degli spettacoli di prosa.

zio-vanjaUn’attività didattica valida per i crediti formativi che consentirà ai ragazzi di scrivere delle recensioni da pubblicare sul sito del Teatro Fenaroli. La nuova stagione prevede, come da tradizione, anche una rassegna di Teatro Dialettale, Teatro Ragazzi e del Teatro della Memoria, quest’ultimo a cura di quattro associazioni culturali frentane: l’associazione L’Altritalia, Il Piccolo Resto, Le Caltapie Centro Creativo delle Arti – associazione Teatro Possibile e l’associazione culturale “Il Ponte”. La presentazione de “La città del tabacco 1968/2018” ha suscitato un particolare interesse da parte della stampa. Il progetto di teatro partecipato è stato ideato da Eva Martelli in occasione del 50° anniversario della rivolta delle tabacchine a Lanciano. Con questo genere di teatro si intende proporre opere che siano evocative della memoria storica e letteraria del nostro paese. Tra queste ricordiamo anche “Die Sture”- La Testarda, con testi di Alda Merini, Remo Rapino e Gabriele Tinari, in cui si racconta la coraggiosa azione di una donna, Gemma Di Castelnuovo, che si prese cura dei corpi dei giovani martiri della tragedia del VI ottobre lancianese, abbandonati lungo le strade della città. In questa nuova stagione teatrale è previsto il potenziamento delle attività di comunicazione via web e social. Il servizio prevede anche la biglietteria on-line sempre accessibile, con possibilità di acquistare i biglietti per gli spettacoli di prosa e del Teatro Dialettale.

bukurosh

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca