Sconfitta Pd, il commento di Marusca Miscia e Rosetta Madonna

Marusca MisciaLANCIANO. “Ho perso, sconto un malcontento nazionale nei confronti del Pd e di certo bisognerà ripartire da questi dati per andare avanti. Ma il mio lavoro prosegue, come e più forte di prima”. Con queste parole Marusca Miscia, assessore alla cultura di Lanciano, commenta i risultati elettorali che vedono il Partito Democratico al minimo storico e un plebiscito di voti per il Movimento 5 Stelle che a Lanciano non ha una sede e che vede alcuni simpatizzanti del movimento, prima in corsa alle amministrative, distanti oggi dalla vita politica del movimento di Casaleggio. L’unica candidata di Lanciano soccombe quindi a Carmela Grippa, candidata al collegio uninominale della Camera, residente a Vasto e originaria della provincia di Foggia.

“Torno al lavoro di sempre – commenta la Miscia – alla mia famiglia e al mio impegno istituzionale di assessore. Bisognerà lavorare ancora di più, cercare di parlare di più con le gente, capire il loro punto di vista e il loro malcontento. Gli altri partiti sono stati bravi a centrare i problemi reali vissuti dalla gente, ma il Pd resta l’unica forza politica responsabile, che resterà sempre ferma su valori non negoziabili: accoglienza, europeismo, solidarietà, pace. Chi ha vinto adesso deve governare e governare è difficile. Ma è così, fa parte del gioco democratico. Il banco di prova adesso è libero e a disposizione di chi pensa e ha il dovere di fare meglio. Giusto così. Continuerò a costruire ponti e ad abbattere muri, continuerò a guardare al futuro con ottimismo, ma anche con occhi nuovi, sempre più convinta che la rivoluzione democratica debba ripartire dal basso, dalle nostre piccole azioni quotidiane ispirate alla legalità, all’ascolto e al buon senso”.

“Come partito locale abbiamo appoggiato Marusca con convinzione – commenta il segretario cittadino del Pd, Rosetta Madonna – certo ci aspettavamo di più, proprio per la soddisfazione di avere, finalmente dopo tanti anni, un candidato cittadino. Ma siamo stati travolti da questo vento 5 stelle e dovremo riflettere su questi risultati. A mio giudizio la crisi dei partiti in Italia è molto più grave del “problema Renzi” fermo restando che, secondo me, Renzi dovrebbe dimettersi per consentire al partito di recuperare il rapporto con la gente. A breve convocheremo una riunione per ragionare e ricostruire, sono queste le parole d’ordine al momento”.

 

(Visited 869 times, 1 visits today)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Unibasket Lanciano non si Ferma

Unibasket Lanciano non si Ferma

L’Unibasket non si ferma: sul neutro di Pescara (problemi strutturali dell’ultim’ora hanno reso inagibile il Palazzetto dello Sport…

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca