Brillante commedia al maschile con “Le nostre dame” di Assous

28951137_1690515744324905_8624112824684131965_nLANCIANO. Tre uomini e un delitto sono stati i protagonisti dello spettacolo di prosa “Le Nostre Donne” di Eric Assous, regia di Livio Galassi, compagnia Teatrozeta. La commedia, molto apprezzata dal pubblico, rappresentata il 10 marzo al teatro Fedele Fenaroli di Lanciano in collaborazione con l’ACS Abruzzo Circuito Spettacolo, ha riscosso molto successo in Francia nell’ultima stagione teatrale. Edoardo Siravo, Manuele Morgese e Martino D’Amico sono stati gli interpreti di una pièce tutta al maschile, in cui tre amici si ritrovano per il consueto appuntamento di una partita a carte. Uno di loro, giunto in ritardo, confessa di aver strangolato la moglie e pretende che gli amici gli forniscano un alibi. Confuso e sconvolto, cerca di convincerli parlando con loro per quasi tutta la notte. Dopo aver ingerito alcool e tre pasticche di Xanax crolla sul divano, lasciando i due amici a discutere sul da farsi.

28958436_1690515877658225_3410893486943058708_nAll’alba scoprono che il delitto è stato scongiurato ma, dopo quella notte, il loro rapporto non sarà più lo stesso. Tutto avviene all’interno dell’appartamento sobrio ed elegante di uno dei tre, dove enormi quadri di nudi di donne sembrano sconciare un equilibrio apparentemente perfetto, come fossero delle scene “fuori luogo” o non appropriate alla cornice. Una cornice che si rivela inadeguata anche ad un rapporto di amicizia che, fuori dal gioco, si svela essere basata su bluff e rilanci al buio, rischiando di apparire solo “una forma di investimento”. Un dialogo dai ritmi incalzanti, farcito di cinismo, ironia e provocazioni, denuncia malcelate solitudini, massicci sistemi di difesa e percezioni errate della realtà. Le parole sono un mezzo e non un fine, con cui evacuare o preservarsi da responsabilità e consapevolezze.  È questo, forse, il vero delitto di cui tutti e tre si rendono complici. Parole sbagliate danno forma a pensieri sbagliati, usati dai protagonisti per concedere alibi emotivi all’assassino e insinuare che la vera colpevole sia la moglie, una presumibile traditrice o una donna che si rifiutava di agire secondo le sue aspettative? In quella notte, dove il gioco non ha retto, tra sfide e resistenze i tre amici si mettono finalmente a nudo, con il coraggio e il rischio di essere autentici. Lo spettacolo, è stato preceduto da un laboratorio di formazione teatrale con alcuni studenti degli istituti superiori di Lanciano e gli attori.

28872714_1690381401005006_7595204919909083437_n (1)

 

(Visited 52 times, 1 visits today)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Unibasket Lanciano non si Ferma

Unibasket Lanciano non si Ferma

L’Unibasket non si ferma: sul neutro di Pescara (problemi strutturali dell’ultim’ora hanno reso inagibile il Palazzetto dello Sport…

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca