Settembre 2018, primi annunci: Ranieri in piazza con “Sogno o son desto”, luminarie Paulicelli e banda Città di Lanciano. Già attiva la lotteria

presentazione settembre lancianese 2017
LANCIANO. «Essere riusciti a portare Massimo Ranieri in piazza è stato un traguardo straordinario: sembrava un’impresa impossibile ma ce l’abbiamo fatta»: così Maurizio Trevisan, presidente del Settembre lancianese al secondo anno di incarico, ha commentato il primo grande risultato messo a segno per il cartellone 2018, annunciato questa mattina nell’ex Casa di conversazione.

«Ci sono voluti almeno 20 giorni di trattativa per convincere un artista che nel suo tour fa eventi solo a pagamento», ha rivelato Trevisan, «nel prossimo mese, insieme a buona parte del programma, saranno definiti anche gli eventi della prima e della seconda serata, che dovrebbero accontentare un pubblico più giovanile l’uno e uno più “nostalgico” l’altro».

La sera di venerdì 16 settembre Ranieri porterà in piazza “Sogno o son desto”, spettacolo che con il cantante sta girando l’Italia e diversi paesi stranieri, dove trovano spazio canzoni, monologhi e colpi di teatro, con classici della tradizione napoletana e successi di grandi artisti italiani e stranieri.

Oltre al concerto di Ranieri, gli altri punti fermi già fissati nel prossimo Settembre lancianese sono la paratura, per la quale è stata confermata la presenza della ditta pugliese Paulicelli, e due “ritorni”: quello della banda Città di Lanciano, e dei fuochi d’artificio che potranno essere visti dagli spalti dell’ippodromo completati nei mesi scorsi. Da definire l’affidamento degli spettacoli pirotecnici.

Già è partita inoltre la vendita dei biglietti della lotteria, il cui costo scende da 5 a 2,50 euro. Il 22 settembre, abbinati alle estrazioni del Lotto come in passato, saranno assegnati una Peugeot 108, un tv color e uno smartphone: questi i tre premi principali.

Il budget totale ovviamente lieviterà rispetto ai circa 186mila euro del 2017: si prevede un aumento di grossomodo il 20%. I fondi stanziati dal Comune sono più che raddoppiati rispetto alla prima edizione gestita da Trevisan: si passa da diecimila a 22.500 euro. «Sulla base del successo delle Feste precedenti tutta la maggioranza è stata favorevole a far crescere il contributo», ha sottolineato Arturo Di Corinto del gruppo consiliare Progetto Lanciano, «e se le condizioni lo consentiranno, cercheremo di farlo salire ulteriormente in futuro».

«La presenza di Ranieri testimonia l’impegno, la capacità e la competenza del presidente Trevisan», ha sottolineato il sindaco Mario Pupillo, «questo evento farà di Lanciano, come l’anno scorso, un punto di attrazione nazionale grazie a un grande artista poliedrico, che passa dal teatro, alla musica e al cinema, capace di richiamare grandissimo pubblico».

«È un concerto destinato ad attirare un pubblico vasto e composito», ha aggiunto l’assessore alla Cultura Marusca Miscia, «anche per questo faccio un appello a tutta la città, a tutte le attività commerciali e, in generale, a tutti coloro che possono contribuire, a partecipare e a sostenere le Feste, perché queste sono le Feste di tutta Lanciano».

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca