Due pensionati al lavoro in Comune, il sindaco Pupillo: “Aiuto prezioso a titolo gratuito”

comune LancianoLANCIANO. Sono già al lavoro a Palazzo di città i due pensionati scelti dall’amministrazione comunale per collaborare a titolo completamente gratuito nei settori Affari generali e Programmazione urbanistica e ambiente. Si tratta di Mario Di Cicco e Carmine Di Virgilio, uno pensionato di un’azienda privata e l’altro già impiegato nel Comune di Lanciano.

“Ci aiutano in alcune mansioni della macchina amministrativa – spiega il sindaco, Mario Pupillo – e sono molto utili in tante pratiche e compiti che non riusciamo a smaltire. Sono previsti dalle norme nazionali e grazie alla loro esperienza possiamo avvalerci di una collaborazione preziosa per noi. Ben vengano altri candidati pensionati che vogliano darsi da fare a Palazzo di città”.

La selezione è quindi aperta, basta solo farsi avanti. Già nel 2016 il Comune aveva pubblicato un avviso pubblico per la ricerca di due collaboratori “direttivi a titolo gratuito e a tempo determinato” e quest’anno i due pensionati sono già al lavoro. Il periodo di impiego è di 12 mesi.

Chiunque voglia farsi avanti per collaborare all’ufficio di staff del sindaco deve avere i seguenti requisiti: Cittadinanza italiana o appartenenza a uno degli Stati membri della Unione Europea. Per i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea è richiesto, altresì, il godimento dei diritti civili e politici dello Stato di appartenenza o provenienza e adeguata conoscenza della lingua italiana; b) godimento dei diritti civili e politici; c) idoneità psico-fisica all’impiego, ovvero di avere un handicap fisico che non pregiudica l’idoneità all’impiego; d) non avere riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso che impediscano la costituzione del rapporto di impiego con la pubblica amministrazione; e) essere in posizione regolare con l’obbligo di leva (solo per i cittadini italiani soggetti a tale obbligo); f) non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione ad esito di procedimento disciplinare per scarso rendimento o per aver conseguito l’impiego mediante produzione di documenti falsi o, comunque, con mezzi fraudolenti, secondo le disposizioni contrattuali vigenti per ciascun comparto negoziale; g) il titolo di studio posseduto: diploma di scuola media superiore; h) di essere stato collocato in quiescenza. i) di essere in possesso del seguente requisito di servizio: – comprovata qualificazione professionale per aver svolto attività in organismi ed enti pubblici o privati ovvero aziende pubbliche o private con esperienza acquisita per almeno un quinquennio in funzioni direttive.

(Visited 789 times, 1 visits today)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca