Donato Di Fonzo si candida con Fratelli d’Italia: “Ricompatterò il centro destra”

di fonzo2LANCIANO. E’ Donato Di Fonzo, politico di lungo corso, ex amministratore regionale ed ex presidente di Lancianofiera, a rianimare il dibattito politico cittadino con il suo ritorno in campo questa volta nelle fila del centro destra con l’adesione a Fratelli d’Italia. In vista delle regionali la corsa con il partito di Giorgia Meloni di Di Fonzo, ex presidente del consiglio comunale con la precedente amministrazione di centro sinistra di Mario Pupillo, apre nuovi scenari. “Sono il politico più longevo di questa città – afferma Di Fonzo nella conferenza stampa di questa mattina – e sono un uomo di centro destra. Torno alla casa che mi è sempre appartenuta essendo stato la storia della destra di questa città, dapprima come segretario del Movimento Sociale e poi con Alleanza Nazionale. Ricompatterò tutte le anime del centro destra lancianese e riporterò i giovani alla politica”.

Di Fonzo si presenta come una “persona perbene, con l’unico difetto di non porgere mai l’altra guancia di fronte ad uno schiaffo. Da ex consigliere e assessore regionale nella giunta Pace sono stato l’unico a non aver ricevuto un avviso di garanzia e uno dei pochissimi ad aver riconsegnato la carta di credito regionale senza aver speso un centesimo. Non ho nemmeno accettato il vitalizio”. Riguardo le sue precedenti esperienze politiche Di Fonzo è chiaro. “Sono stato due anni lontano dalla politica e se ho scelto di appoggiare Mario Pupillo con una civica è perchè non mi sono piaciuti certi giochetti all’interno del centro destra. Ma non ho mai preteso poltrone o incarichi che non fossero istituzionali, ricoprendo infatti il ruolo di presidente del consiglio. Per quanto riguarda l’esperienza con la civica Regione Facile in appoggio a D’Alfonso nel 2014 posso dire che questa persona, che io definisco un personaggio bucolico, mi ha abbindolato e con me tanti amici del centro destra che lo sostenevano”.

Ma una bordata arriva anche per l’attuale amministrazione Pupillo: “La città di Lanciano è all’abbandono – critica – queste persone non meritano di governarla e noi le rimanderemo a casa”. A presentare la candidatura di Di Fonzo sono intervenuti anche il segretario provinciale di Fratelli d’Italia, Antonio Tavani, il segretario regionale, Etelwardo Sigismondi e il deputato Andrea Del Mastro. “Questa regione è bloccata ormai da un anno, da quando D’Alfonso si è seduto su due poltrone – rimarca Tavani – ci aspetta il compito difficilissimo di ridare speranza agli abruzzesi su temi cardine come lavoro, sanità, scuola, rilancio dei porti”.

“Fratelli d’Italia torna a chiedere con forza che si torni al voto il prima possibile  – dice Sigismondi – entro novembre o fine anno gli abruzzesi devono poter tornare a scegliere da chi farsi governare e queste elezioni devono essere un’occasione per l’Abruzzo”. Particolarmente critico con la gestione del governo abruzzese è il deputato Del Mastro: “D’Alfonso è l’undicesima piaga d’Egitto – incalza – dal 2013 non è riuscito a farsi approvare un rendiconto dal Governo, la sanità è ancora commissariata e la ripresa economica è la più bassa tra tutte le regioni del centro sud”.

di fonzo

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca