Primo appuntamento del 2018 con la prosa: al Fenaroli c’è “L’anatra all’arancia”

LANCIANO. Venerdì 5 gennaio alle 21 al teatro Fenaroli primo appuntamento del nuovo anno con la stagione di prosa. In programma “L’anatra all’arancia” dal testo “The Secretary Bird” di William Douglas Home, versione francese di Marc Gilbert Sauvajon; traduzione, adattamento e regia di Luca Barbareschi; produzione Eliseo – Fondazione Teatro della Toscana; con Luca Barbareschi, Chiara Noschese, Margherita Laterza ed Ernesto Mahieux. I biglietti sono in vendita al botteghino del teatro dalle 16:30 alle 19:30 e online su www.i-ticket.it.

Nello spettacolo il protagonista inventa un modo per riconquistare la moglie che lo ha tradito e che amava, architettando un piano per dimostrarle che lui è il suo unico amore anche dopo 25 anni. Spettacolo cult del teatro comico, la pièce viene proposta in questa stagione in una moderna edizione.

Più che dal logorio della routine, la coppia è messa in crisi dalla personalità di lui, egoista, egocentrico, incline al tradimento, vittima del proprio essere un clown che finisce per stancare chi gli sta intorno. Esasperata, Lisa si innamora di Volodia, tutto l’opposto del marito, un russo di animo nobile, un romantico sognatore che ha scelto di trascorrere la sua vita in Lucania.

Punto sul vivo, Gilberto studia una strategia di contrattacco e organizza un week-end a quattro, in cui Lisa e il suo amante staranno insieme a lui e alla sua attraente segretaria, Chanel Pizziconi. Il tutto sotto gli occhi di un sempre più interdetto cameriere che, come una sorta di fantasma, si aggira per la casa e si rivelerà il deus ex machina della storia.

L’imprevedibile piano di Gilberto, che al principio sembra sgangherato, è ricco di imprevisti e colpi di scena. Ciò che muove il meccanismo di questa storia sono l’incomprensione e l’egoismo, non la gelosia. Il lieto fine arriva dopo due ore di spettacolo durante le quali la psicologia maschile e quella femminile permettono al pubblico di identificarsi con i protagonisti. Una volta riconosciuti i propri errori e quelli del partner, Gilberto e Lisa affermano “noi due non sarà mai perfetto lo sai, ma sarà noi due”.

La commedia, scritta nei primi anni Settanta, è opera dello scozzese Williams Douglas Home, poi adattata dal celebre autore teatrale francese Marc Gilbert Sauvajon. Del 1973 è un’edizione rimasta storica, diretta e interpretata da Alberto Lionello al cui fianco recitava Valeria Valeri. Celebre è anche la versione cinematografica che vantava l’interpretazione di Ugo Tognazzi e Monica Vitti, nei panni della coppia protagonista con la regia di Luciano Salce.

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca