Nubifragio Lanciano. 300.000 euro di lavori d’urgenza per messa in sicurezza.

L’Assessorato ai Lavori Pubblici del Comune di Lanciano ha avviato lavori di somma urgenza per il ripristino e la messa in sicurezza dei luoghi danneggiati dal nubifragio eccezionale del 22 giugno scorso. I lavori, per un importo complessivo di circa 300.000 euro, sono stati affidati a 13 ditte incaricate ognuna di 13 diversi interventi da effettuare in diverse zone della città, sia nel centro che nelle contrade, sulla base della relazione redatta dall’ufficio Lavori Pubblici diretto dall’architetto Luigina Mischiatti e dal responsabile della funzione di Protezione Civile, ingegnere Fausto Boccabella. I lavori riguardano il ripristino e la messa in sicurezza del patrimonio pubblico danneggiato dal nubifragio o le cui condizioni sono state ulteriormente peggiorate dall’eccezionale precipitazione del 22 giugno. Nel dettaglio: ripristino della pavimentazione del tratto danneggiato di via dei Bastioni, nei pressi di Porta San Biagio; rimozione dei materiali di ostruzione dell’alveo del fiume Feltrino e il consolidamento delle sponde in località Santa Liberata; consolidamento scarpata, ricostituzione massicciata e pavimentazione stradale smantellata in località Torre Sansone; la rimozione della vegetazione e del materiale che occlude i tombino adiacenti le strade in contrada Sabbioni, località Santa Margherita e in contrada Iconicella e Fontanelle; la rimozione dei materiali divelti e il ripristino della pavimentazione stradale in via Ciriaci e via per Fossacesia, in via Rosato e via Ferro di Cavallo (in quest’ultimi casi anche di alcuni brevi tratti dei marciapiedi); il consolidamento della scarpata e il rifacimento del parapetto bordo strada in via per Frisa, davanti l’ingresso del Parco Diocleziano; il ripristino della strada in contrada Follani nei pressi della rotatoria; la nuova profilatura delle scarpate, con scavo delle cunette e ricostituzione massicciata per il rifacimento della pavimentazione stradale in contrada Rizzacorno; il ripristino della pavimentazione stradale e delle pertinenze in via Corsea e Salita dell’Arcivescovado; il ripristino delle reti di ancoraggio per il mantenimento della scarpata in via per Orsogna e il ripristino del collettore fognario in via Feltrino. “Questi interventi sono una prima risposta, tempestiva, ai danni più gravi causati dal nubifragio del 22 giugno. I lavori interesseranno diversi luoghi della città, sia del centro urbano che delle contrade, dove la precipitazione ha avuto effetti più devastanti per il patrimonio pubblico. Ci scusiamo per i possibili disagi che i numerosi cantieri in corso potranno recare alla viabilità e ringraziamo gli uffici comunali e l’Assessore regionale Fabrizio Berardinetti per l’impegno e la disponibilità riconfermata a sostenere il Comune in questi interventi urgenti”, dichiara l’Assessore ai Lavori Pubblici Giacinto Verna.

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca