I Comuni di Treglio e Pizzoferrato aderiscono a «No Ombrina»

[fbls]
Il logo del coordinamento No Ombrina
Il logo del coordinamento No Ombrina

LANCIANO. I Comuni di Treglio e Pizzoferratto si uniscono agli enti locali che aderiscono ufficialmente alla manifestazione del 23 maggio contro la piattaforma petrolifera Ombrina mare e le trivellazioni nell’Adriatico.

Il Comune di Treglio, con provvedimento votato ieri sera in consiglio, ha aderito all’iniziativa di sabato prossimo. Il municipio guidato dal sindaco Massimiliano Berghella ha approvato anche un documento che impegna il municipio a svolgere «azioni di contrasto verso i progetti di prospezione, ricerca, coltivazione e stoccaggio profondo di idrocarburi per la tutela ambientale ed economica della Costa dei Trabocchi, del territorio e del mare d’Abruzzo». Inoltre, stasera 20 maggio, alle 21 nel salone comunale, si svolge l’incontro «No oil, no trivelle, no Ombrina ed Elsa2».

«Saremo presenti con la fascia tricolore», dice il primo cittadino di Pizzoferrato, Palmerino Fagnilli, «i nostri territori, dal mare ai monti, vanno tutelati dall’assalto delle trivelle e da progetti che possono inficiare e compromettere, senza possibilità di ritorno, uno sviluppo che deve puntare sul turismo e la sostenibilità ambientale, che deve far leva sui prodotti tipici che sono una delle nostre principali ricchezze».

tra gli enti pubblici che hanno aderito alla manifestazione «No Ombrina» ci sono la Provincia di Chieti, l’assessorato regionale all’Ambiente e la Regione Abruzzo, l’Associazione nazionale Comuni italiani Abruzzo; oltre a quello di Lanciano, nella nostra provincia hanno aderito anche i municipi di Casoli, Colledimacine, Frisa, Mozzagrogna e Tollo; Moscufo, Città Sant’Angelo, Picciano, Loreto Aprutino ed Elice della provincia di Pescara; Termoli del Molise.

(Visto 1 volte oggi)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca