Ok delle Regione al metanodotto: Legambiente si appella al ministero

[fbls]

LANCIANO. Dopo il parere favorevole della Regione alla realizzazione del metanodotto Larino-Chieti, Legambiente Abruzzo torna a ribadire «l’inutilità di un’opera non strategica e di nessuna rilevanza pubblica». Il tracciato di 110 chilometri attraverserebbe le province di Campobasso, Chieti e Pescara interessando 26 comuni, tra i quali, nella nostra provincia, oltre a Lanciano, Cupello, Furci, Monteodorisio, Scerni, Pollutri, Casalbordino, Paglieta, Castel Frentano, Orsogna, Poggiofiorito, Filetto, Casacanditella, Bucchianico, Casalincontrada e Chieti.

«Il gasdotto non è strategico ai fini dei consumi del gas», dichiara Luzio Nelli di Legambiente Abruzzo, «in quanto ci troviamo di fronte a una consistente riduzione, ma è strumentale solo per chi lo realizza in quanto per stessa ammissione del proponente “vuole infatti connettere le aree in cui dovrebbero essere perforati futuri pozzi per realizzare stoccaggi”. Tutto questo si immagina sarà meramente funzionale a logiche privatistiche e di mercato e non di servizio pubblico», sostiene Nelli, «ci auguriamo che il ministero bocci questo progetto in quanto palesemente in contrasto con le caratteristiche del territorio, ancor più evidenziate dalle emergenze di questi giorni».

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca