Il Cristo degli abissi torna nel mare di Vallevò – Foto

[fbls]

ROCCA SAN GIOVANNI. E’ tornato a Vallevò il Cristo degli abissi realizzato dallo scultore lancianese Vito Pancella. Questa mattina si è svolta una partecipata e commossa cerimonia che ha coinvolto la Capitaneria di porto di Ortona, i comuni di Rocca San Giovanni e San Vito, il sindaco di Rocca, Gianni Di Rito, i carabinieri con un gommone e sub, residenti del posto e la marineria di Vallevò che ha scortato con alcune imbarcazioni il “viaggio” della statua da San Vito al porticciolo di Vallevò a Rocca San Giovanni. La statua era stata rubata nelle scorse settimane e scardinata dal basamento in cemento da ignoti. Fortuito il ritrovamento, lo scorso 1° luglio: un sub amatoriale l’ha notata nascosta tra le scogliere del litorale di San Vito, di fronte lo stabilimento Esperia.

Suggestiva la processione delle barche in mare che si sono fermate a salutare il Cristo e ad aspettare la reimmersione a cura di diversi sub, tra cui carabinieri e sportivi e associati dell’associazione Orsa Minore che si occupa da anni della manutenzione dell’opera e che nel 1994 si propone come ente capofila del progetto di posa in opera subacquea, sposato e finanziato con entusiasmo da altri enti: l’associazione Scoglio del Gabbiano, l’amministrazione comunale di Rocca, il Rotary club e il Panathlon club di Lanciano.

c c1 c2 c4 c5 c6 c7 c8 c9 c10 c11 c12 c13

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca