Il Consorzio Italia Servizi dona 20 borse di studio al De Petra di Casoli

[fbls]

consegnaborsestudio1CASOLI. Sono venti le borse di studio donate dal Consorzio Italia Servizi (Cis) di Lanciano all’istituto comprensivo Giulio De Petra di Casoli. Il Cis, che opera, nel pubblico e nel privato, a livello nazionale, nel settore dei servizi sanitari e non, fa capo all’imprenditore Antonio Colasante. Nove  borse di studio sono state consegnate qualche giorno fa agli studenti del De Petra durante un affollato incontro dal titolo “Collaborare, condividere, crescere… In sinergia con il territorio”, che si è svolto al cinema teatro di Casoli e durante il quale sono stati illustrati, da docenti e allievi, i risultati dei progetti formativi Pon (Piano operativo nazionale). Un incontro a cui hanno preso parte anche Liberata Colanzi, assessore di Casoli; il sindaco di Palombaro, Consuelo Di Martino; il sindaco di Altino, Vincenzo Muratelli; la presidente del Consiglio d’istituto, Catia Rossetti; il presidente Rati (Rete di abruzzesi per il talento e l’innovazione), Giovanni Di Fonzo; Gianni Vassalli, medico e collaboratore Cis.

Presente anche Cristina De Nicola, ispettrice tecnica dell’ufficio scolastico regionale. Ad aprire i lavori è stata la preside del De Petra, Anna  Di Marino, che dice: “I Pon sono una importante attività formativa, che i nostri allievi hanno voluto cogliere, diventando protagonisti del loro apprendimento. Sette i moduli attivati: sul coding, su lingua inglese, sullo sport, sul metodo di studio e poi ci sono stati tre campus. Grazie anche alla collaborazione con alcune associazioni, abbiamo coinvolto il Cis che ci ha dato l’opportunità di assegnare borse di studio agli alunni che, in questi progetti, si sono distinti per impegno e partecipazione attiva. Esse vogliono anche essere un piccolo sostegno economico. Nove borse di studio sono state già date; le altre undici saranno consegnate alla fine del prossimo anno scolastico.

fotoincontrodueInoltre la onlus “Noi e gli angeli, Nico Consalvo”, tramite la presidente Tina Consalvo, ha donato alla scuola 5 tablet, materiale di supporto didattico fondamentale”. Le borse di studio sono state consegnate ai ragazzi da Debora De Nobili, moglie di Colasante e dirigente Cis. “Un grazie alla dirigente scolastica,  Anna Di Marino – dichiara Debora De Nobili – per aver reso possibile questo emozionante e significativo evento. Sono profondamente commossa perché sono stata sentimentalmente coinvolta sia come madre, anche se i miei figli sono già cresciuti; sia come insegnante, perché il mio percorso professionale nasce all’interno della scuola; sia come imprenditrice, in quanto opero ormai da venti anni nel Cis. Tale consorzio raccoglie numerose società che sono protagoniste, a livello nazionale, nel mondo produttivo, e sono all’occhiello della nostra regione”. Questi i ragazzi vincitori delle borse di studio: Mirzana Memeti, Besnik Asani, Chiara Di Giuseppe, e Antonio Rossetti, della classi Quinta A e Quinta B della Primaria; Matteo Di Giamberardino (IIA), Andri Nuhaj (II B), Chiara Bottaro (II C), tutti della scuola secondaria di I grado di Casoli;  Alice Scutti (IIA) e Francesco Rossetti (IIA),  della scuola secondaria di I grado di Altino.

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca