Acquisizione delle ex stazioni per la Via verde: proseguono gli incontri tra enti locali ed Rfi

[fbls]

vecchia stazione fossacesia marina
FOSSACESIA. Proseguono gli incontri tra i Comuni della costa frentana e Rete ferroviaria italiana (Rfi) per l’acquisto delle ex stazioni ferroviarie dismesse, da integrare nel patrimonio pubblico degli enti: vecchi scali ferroviari, magazzini e alloggi nei quali le amministrazioni vogliono realizzare servizi turistici sul percorso ciclopedonale.

Il valore degli immobili è di circa 4 milioni e mezzo per Rfi, somma che non è nella disponibilità dei Comuni. Vanno quindi ricercate altre vie per sostenere l’acquisito: il 5 febbraio 2020 è fissata la scadenza del contratto di comodato d’uso sottoscritto nel 2014 con Provincia e Comuni costieri (Ortona, San Vito, Rocca San Giovanni, Fossacesia, Torino di Sangro, Casalbordino, Vasto).

Ieri c’è stata una nuova riunione a Roma, nella sede di Rfi, dopo quelle organizzate in estate, con i sindaci Enrico Di Giuseppantonio (Fossacesia) e Emiliano Bozzelli (San Vito), e Roberto Di Vincenzo, che ha promosso l’incontro a seguito del convegno sulla Greenaway di San Giovanni in Venere.

Con l’avvio dei cantieri per la realizzazione della Via verde lungo i 42 chilometri della Costa dei trabocchi, il passaggio al patrimonio pubblico degli enti interessati delle ex stazioni e delle altre pertinenze è diventata una priorità.

Nelle prossime settimane i sindaci terranno a loro volta un incontro per definire idee e progetti per l’acquisto e la valorizzazione degli immobili che saranno successivamente portati all’attenzione del presidente della Regione Luciano D’Alfonso e del presidente della Provincia Mario Pupillo.

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca