L’Abruzzo in marcia contro le trivelle – VIDEO

[fbls]

LANCIANO. A decine di migliaia hanno sfilato lungo le strade della città per dire no a Ombrina Mare e alle piattaforme petrolifere nell’Adriatico: almeno trentamila manifestanti secondo la questura, forse addirittura il doppio a detta degli organizzatori. Di certo la manifestazione, probabilmente la più grande mai svolta a Lanciano, è stata un grande e imponente successo di partecipazione, con gente venuta da tutte le zone d’Abruzzo e da fuori regione.

La marcia è iniziata con una puntualità insolita per iniziative di questa portata: alle 15 la testa del corteo ha infatti mosso i primi passi dalla zona industriale di Follani, dove era fissato il raduno. Il serpentone si è però ingrossato costantemente lungo viale Cappuccini, tanto che nel primo tratto il numero delle persone che salivano sembrava addirittura superiore a quello di quanti scendevano.

Per dare l’idea dell’imponenza della manifestazione, basti pensare che quando i primi partecipanti sono arrivati in piazza, c’era ancora chi stava sfilando per via Ferro di Cavallo. Da notare pure che durante il corteo non è stato registrato alcun problema di ordine pubblico, come qualcuno aveva ingiustamente temuto.

Almeno fino a un certo punto, il tempo è stato abbastanza clemente, a differenza di quanto avevano ipotizzato le previsioni meteo. È stato con l’arrivo lungo il corso che la pioggia ha iniziato a infittirsi, senza comunque compromettere l’afflusso in piazza. La manifestazione è continuata anche sotto l’acqua, con gli interventi dal palco e il corteo che ha proseguito a riempire la zona più centrale di Lanciano, in attesa dell’appuntamento musicale programmato per chiudere la giornata.

(Visto 1 volte oggi)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca