Fondi al canile, il Comune: “Pagate tutte le fatture, associazione in malafede”

[fbls]

LANCIANO. Incomprensioni e incomunicabilità. Ci sarebbe questo alla base della polemica sui mancati fondi da parte del Comune all’associazione Quattrozampe che gestisce il canile comunale. Questa mattina nella sala consiliare si è svolta la conferenza stampa in risposta alle affermazioni dell’associazione che aveva accusato il Comune di essere inadempiente per il pagamento di fatture da dicembre a marzo. “Nulla di più sbagliato – esordisce il sindaco Mario Pupillo – rimandiamo queste accuse diffamatorie al mittente. Il Comune si è sempre impegnato in prima linea in favore del canile comunale e dell’associazione che lo gestisce investendo anche in una nuova strada di accesso e altri interventi”.

Il problema dei mancati pagamenti sarebbe invece originato da un difetto di comunicazione. Invece che confrontarsi direttamente con la macchina amministrativa l’associazione, nel richiedere il pagamento delle fatture, avrebbe ingaggiato un lungo carteggio via mail che, tuttavia, avrebbe allungato i tempi a dismisura, soprattutto perchè nelle risposte l’associazione avrebbe fatto trascorrere diversi giorni. Alla base della mancata erogazione di fondi da gennaio (visto che dicembre, come dimostrato in aula dai dirigenti e dall’assessore all’ambiente, Davide Caporale è stato pagato) ci sono degli errori nella emissione della fattura. “Un problema che – spiega amareggiato Caporale – se mi fosse stato sottoposto, visto che io non ho ricevuto alcuna telefonata da questi signori, o se ci si fosse recati personalmente in Comune negli uffici, sarebbe stato risolto in un giorno”.

Tutte le fatture, da gennaio a marzo sono state effettivamente emesse e pagate dal Comune il 12 aprile, entro 30 giorni dal ricevimento della documentazione fiscale, così come previsto dalla legge per gli enti pubblici. Nessuna inadempienza dunque, nemmeno per quanto riguarda lo spurgo di una canalina fognaria che, da capitolato di appalto per la gestione del canile comunale, è a carico dell’associazione.

“Sono dispiaciuto del fatto che si faccia presto a creare polemica anche quando non ci sono i presupposti per farlo – commenta ancora Caporale – il Comune in ogni occasione si è reso disponibile nei confronti dei problemi riscontrati dall’associazione e ha sempre cercato le migliori soluzioni. Si è cercata e creata la polemica anche in regime di bando di gara quando eravamo stati accusati di scegliere altre associazioni invece che quella che ha poi vinto l’appalto. Purtroppo non c’è stata possibilità di dialogo, siamo stati attaccati senza nemmeno essere messi al corrente del problema. Avrei accettato qualsiasi critica, ma non quando si offende una amministrazione intera e gli uffici che hanno invece lavorato alacremente in queste settimane come hanno sempre fatto. Si è fatta emergere una non verità”.

Il canile municipale ospita attualmente 220 cani per un costo di gestione erogato nei confronti dell’associazione Quattrozampe, di 422mila euro per tre anni. Da capitolato la gestione riguarda un massimo di 200 cani. Per ogni cane in più il Comune paga in più circa 2 euro al giorno. Nel 2018 all’associazione sono andati 109.500 euro, mentre il costo mensile per la gestione del canile erogato dal Comune è di 12mila euro.

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca