Sevel, mercoledì si torna al lavoro a pieno regime

[fbls]

ATESSA. Si torna al lavoro a pieno regime in Sevel a partire da mercoledì al turno delle 5.45. Lo ha deciso nel pomeriggio la direzione aziendale, dopo aver appreso che la Procura di Lanciano ha stabilito che il macchinario sotto sequestro a seguito della morte del manutentore di 29 anni, Cristian Terilli lo scorso 3 gennaio, può tornare in funzione. Il pubblico ministero Serena Rossi
non ha per ora disposto il dissequestro dell’area interessata, in attesa che i periti concludano gli adempimenti, ma, dopo aver subito la necessaria manutenzione nelle giornate di oggi e di domani il macchinario, un castelletto di traslazione nella Ute 1 di Lastratura, può tornare a lavorare.

Riparte dunque a linea per la produzione delle fiancate sinistre del Ducato a seguito di tre settimane di cassa integrazione parziale che ha interessato 700 lavoratori. La produzione dei veicoli commerciali leggeri era passata da 1.250 furgoni al giorno a circa 900 veicoli al giorno. Un crollo che aveva messo a dura prova lo stabilimento dei record e, di rimando, anche diverse fabbriche dell’indotto per un bacino di circa 13mila addetti. L’ultima settimana di cassa integrazione, partita oggi, sarebbe dovuta terminare domenica 2 febbraio.

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca