Covid 19, Honda attiva il protocollo per la gestione dell’emergenza

[fbls]

ATESSA. Honda Italia sta continuando a monitorare attraverso il Crisis Management Team (CMT) l’evolversi dell’emergenza Coronavirus mettendo in campo contromisure rispondenti alle direttive nazionali e regionali, a tutela della salute di lavoratori e ospiti.

Questo il protocollo attivato ormai già da qualche giorno: non può accedere in azienda chiunque abbia fatto ingresso in Italia negli ultimi quattordici giorni dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione mondiale della sanità, ovvero nei Comuni italiani ove è stata dimostrata la trasmissione locale del virus (in Lombardia Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini; in Veneto Vò).

Gli associati andati di recente nelle regioni colpite da casi di Coronavirus per motivi di lavoro o privati, che non abbiano avuto contatti significati con persone a rischio e che non abbiamo sintomi influenzali, possono regolarmente accedere in Azienda senza utilizzo della mascherina (il Ministero della Salute ha specificato la sua inefficacia in assenza di sintomi). In caso contrario dovranno seguire le indicazioni della regione di provenienza. In linea generale in caso di presenza di sintomi influenzali è opportuno contattare il proprio medico di famiglia.

A scopo cautelativo, restano sospese le trasferte di lavoro presso le aree considerate ad alto rischio e limitate quelle in tutte le altre aree favorendo l’utilizzo della videoconferenza; restano sospese anche le visite scolastiche, i corsi di formazione e gli eventi aziendali. Qualora “strettamente necessarie”, le visite sono regolate con procedura di autodichiarazione all’ingresso in stabilimento.

Le attività di ricevimento merci continuano ad essere concentrate al Gate 2. Sono state intensificate, mediante l’impiego di prodotti specifici, le attività di sanificazione e igienizzazione dei luoghi di aggregazione e transito di personale quali la mensa, gli spogliatoi, le aree di somministrazione di bevande e snack, l’infermeria, i bagni, ecc. Sono stati installati distributori di gel igienizzante per le mani. È stata ulteriormente potenziata la campagna di sensibilizzazione all’igiene riportando, in tutte le aree maggiormente frequentate, le linee guida del Ministero della Salute.

 

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca