Nuovo Senso Civico: “Nuovo ospedale Covid in 20 giorni, ma i tamponi sono un miraggio”

[fbls]

LANCIANO. Il problema della mancanza dei tamponi e dei gravissimi ritardi con cui vengono restituiti i risultati, sono ormai una vera e propria emergenza in Abruzzo. A testimoniarlo, ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, l’associazione Nuovo Senso Civico, tramite il presidente, Alessandro Lanci.

“Una mia amica, nonché attivista di Nuovo Senso Civico, 42 anni – racconta Lanci – fino ad ottobre scorso malata oncologica, asmatica cronica, con i polmoni già compromessi per l’effetto delle chemio, dalle radioterapie e  dall’ormonoterapia, è stata a casa con la febbre alta per una settimana. Grazie all’aiuto di un suo amico che lavora in ospedale, è riuscita a fare una Tac in tempi decenti che purtroppo ha evidenziato una polmonite, è stata subito ricoverata in isolamento presso un ospedale abruzzese. Da una settimana è sottoposta alle cure del caso ma purtroppo ancora oggi non hanno ricevuto l’esito del tampone per il Covid 19. I medici comunque la stanno sottoponendo in maniera preventiva alla profilassi contro il Corona virus. Nella speranza che il tampone dia esito negativo, nel caso la mia amica sarebbe stata sottoposta alle cure per il Covid19, anche molto pesanti, inutilmente…Come si può investire per un ospedale Covid e non sulla velocità ed esecuzione dei tamponi e sulla messa in sicurezza del personale sanitario? Come si può in questa drammatica situazione non lavorare e non mettere in campo azioni per potenziare la medicina sul territorio?”.

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca