Atti vandalici nel nuovo Eco Parco EcoLan, la Lega: “Chiediamo presidio permanente nel quartiere”

[fbls]
l’altalena inclusiva da sostituire per cattivo utilizzo delle persone

LANCIANO. E’ stato inaugurato da poco più di una settimana il nuovo parco pubblico da 1.500 metri quadri nel quartiere Santa Rita in via Masciangelo, ma già prima dell’apertura si sono verificati furti e atti vandalici. Tanto che i tecnici e gli operatori EcoLan, la spa pubblica dei rifiuti che ha realizzato l’area costata 90mila euro, hanno dovuto smontare alcuni giochi per bambini per poi rimontarli appena prima l’inaugurazione alla presenza dell’amministrazione, forze dell’ordine e istituzioni varie.

Nelle fasi che hanno preceduto l’apertura al pubblico dell’area avveniristica dotata di parco giochi, dog area, panchine con ricarica per smartphone, area fitness, ricarica elettrica per bici, due isole ecologiche attrezzate, stalli per bici e wi-fi, sono stati infatti rubati i seggiolini di tre altalene, strappate e rubate le piante ornamentali. Dopo l’apertura del parco invece è stata manomessa e rotta una panchina, si è cercato di rubare gli attrezzi per la manutenzione delle due ruote legati a cavetti di acciaio e si è cercato di scardinare la centralina per la ricarica elettrica delle bici. Anche l’altalena per i disabili, dotata di una base in ferro in grado di accogliere le carrozzine, ha dovuto essere disinstallata perchè i bambini, ma anche adulti, vi salivano in gruppo determinando un pericolo per loro stessi e il rischio di rottura della struttura.

Ma da subito EcoLan è corsa ai ripari. Tutto è stato sistemato e si sta provvedendo anche al potenziamento del parco con l’inserimento di altre tre altalene; due rastrelliere per bici; un dispenser buste per deiezioni canine; un distributore di acqua per cani; due panchine e dei giochi all’interno della dog area.

Lo spazio da subito ha suscitato l’entusiasmo dei cittadini che arrivano a decine ogni giorno con bambini e amici a quattro zampe. “E’ il segno – spiega Massimo Ranieri, presidente EcoLan – che un parco come questo che restituisce alla collettività un’area prima abbandonata al degrado, era necessario. I cittadini sono i primi a volersi riappropriare di uno spazio che oltre ad essere ecologico e utile è anche di socializzazione e di benessere”.

L’area è presidiata da 7 telecamere. Intanto la Lega, per voce del coordinatore cittadino, Fausto Memmo, interviene sugli atti vandalici. “Chiederemo un presidio permanente delle forze dell’ordine in una zona che non può essere abbandonata a se stessa – rimarca Memmo – colgo l’occasione per annunciare che domenica 27 settembre, in segno di vicinanza ai cittadini, avevamo già programmato di allestire un gazebo per l’intera mattinata in piazza Giovanni Paolo II: raccoglieremo le firme di tutti i cittadini che vogliono combattere, insieme a noi, il degrado della zona che non è nuova ad atti di delinquenza. L’amministrazione comunale non ha mai voluto affrontare il problema e la situazione è arrivata al collasso. I residenti sono intimiditi da un gruppo di persone che delinquono dalla mattina alla sera. Nella prossima campagna elettorale sposeremo appieno la causa della legalità e ci batteremo affinché venga istituito il presidio a tutela dei cittadini che in quel quartiere non si sentono affatto al sicuro”.

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca