Donna di 83 anni muore dopo seconda dose di vaccino anti Covid, aperta un’inchiesta

[fbls]

SAN VITO. Era andata a fare il richiamo del vaccino anti-Covid nel poliambulatorio allestito a San Vito ed è morta un’ora dopo l’inoculazione del vaccino Pfizer. E’ accaduto ieri a una donna di 83 anni, con alcune patologie pregresse. La Procura di Lanciano ha aperto un’inchiesta. Sul caso indagano i carabinieri e la Asl ha aperto un’indagine interna.

La donna, come riporta l’Ansa che ha ascoltato la figlia, aveva atteso un quarto d’ora nel centro vaccinale in attesa di eventuali reazioni, poi è risalita in macchina per tornare a casa a Lanciano, ma dopo pochi minuti si è sentita male. La figlia ha quindi immediatamente allertato il 118 che ha provato a rianimarla e l’ha trasportata al Pronto soccorso dell’ospedale Renzetti dove purtroppo è stata accertata la morte della donna.

Il pm Francesco Carusi ha incaricato il medico legale Domenico Angelucci di effettuare l’esame autoptico, che si terrà mercoledì 7 aprile nel servizio di Anatomia patologica di Chieti, per verificare le cause del decesso e l’eventuale correlazione con la dose di vaccino somministrata.
Dalla Asl non emergono posizioni ufficiali, dal momento che, come riferito, sotto il profilo vaccinale tutto si è svolto in modo regolare. La cartella vaccinale è stata chiusa senza annotazioni particolari perché la signora anche durante il periodo di osservazione non ha manifestato alcun segno.
(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca