L’Abruzzo torna in zona arancione, da domani si torna in classe

[fbls]

LANCIANO. Altri due morti per Covid-19 nelle ultime 36 ore. Si tratta di due signore lancianesi di 78 e 96 anni, quest’ultima era ospite nella residenza per anziani Villa Novecento ed era risultata positiva nel focolaio scoppiato a fine marzo.

“Stando alle ultime comunicazioni della Asl – precisa il sindaco, Mario Pupillo – il bilancio degli attuali positivi rimane stabile a 181, mentre i decessi salgono a 58. Da oggi siamo in zona arancione fino a fine mese, come disposto dal Decreto Legge del 1° aprile. Domani tornano finalmente in classe i nostri piccoli concittadini, dopo quasi un mese di didattica a distanza. Buon rientro a scuola ragazzi”.
In zona arancione, dal 7 al 30 aprile 2021, è assicurato in presenza lo svolgimento dei servizi educativi per l’infanzia (nidi e micronidi, sezioni primavera e servizi integrativi quali spazi gioco, centri per bambini e famiglie, servizi educativi in contesto domiciliare comunque denominati e gestiti); dell’attività scolastica e didattica della scuola dell’infanzia (materna), scuola primaria e scuola secondaria di primo grado (scuole medie).

Per le scuole superiori i vari plessi scolastici garantiscono l’attività didattica in presenza ad almeno il 50 per cento, e fino a un massimo del 75 per cento, della popolazione studentesca, mentre la restante parte si avvale della didattica a distanza. Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento telematico con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata.

Intanto, sul piano della mobilità scolastica, l’assessora alla Mobilità Patrizia Bomba comunica che sono state prorogate fino al 30 giugno le ordinanze dirigenziali per consentire la sosta dei pullman destinati al trasporto scolastico in via Miscia e piazza Allegrino. La proroga si è resa necessaria per la ripresa delle attività scolastiche in presenza e per l’indisponibilità causa lavori in corso nel terminal bus di piazza Memmo. Il divieto di sosta istituito nel secondo tratto di via Miscia dal civico 17/D alla rotonda di via Ferro di Cavallo sarà sospeso dal lunedì al sabato dalle 15 alle 21 e dalle 21 del sabato alle 7 del lunedì successivo.
(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca