Raccolta porta a porta, da gennaio indifferenziato ritirato ogni quindici giorni

[fbls]

LANCIANO. Dopo 5 anni dall’avvio dei servizi di raccolta differenziata porta a porta a Lanciano e gli ottimi risultati raggiunti grazie all’impegno dei cittadini, con una media nel quinquennio di oltre il 77% di raccolta differenziata, la EcoLan è pronta al salto di qualità per dare nuovi impulsi al sistema, mantenendo come obiettivo principale il continuo miglioramento delle performance ambientali e dei servizi per la comunità lancianese. Con l’assessore alla Transizione ecologica, Tonia Paolucci e di concerto con il presidente della EcoLan spa, Massimo Ranieri, la società dei rifiuti e il Comune hanno avviato un’analisi puntuale dei servizi di igiene urbana, dei dati di produzione dei rifiuti, delle eventuali criticità, per giungere, anche sulla base di rinnovate esigenze da parte del tessuto cittadino, ad una riorganizzazione dei servizi con i seguenti obiettivi prioritari:

  • Migliorare la qualità e la quantità della raccolta differenziata;

  • Ridurre la produzione di indifferenziato in modo da abbattere i costi di trattamento e smaltimento in discarica;

  • Aumentare i servizi di igiene del territorio, a partire dallo spazzamento, attivandoli anche in zone che fino ad oggi sono state servite solo parzialmente, soprattutto periferie e contrade.

  • Introdurre la tariffazione puntuale dove possibile con sistemi innovativi.

Pertanto la prima novità, voluta fortemente dall’assessore Paolucci, verrà introdotta a partire da gennaio 2022 con il nuovo calendario della raccolta differenziata che vedrà una riduzione delle frequenze di raccolta della frazione indifferenziata dei rifiuti, per tutte le utenze, da 1 volta a settimana a 1 volta ogni 15 giorni.

Una scelta apparentemente di forte impatto “emotivo” ma che in realtà, dal momento che la Città ha raggiunto il 77% di raccolta differenziata, è semplicemente un adattamento a quello che già i cittadini e le famiglie fanno, conferendo il secco residuo con sempre minore frequenza.

“Con questa modifica, dichiara l’Assessore Paolucci, vogliamo dare maggiore impulso a differenziare correttamente e a recuperare quanto più materiale riciclabile possibile. Potendo conferire ogni 2 settimane, i cittadini saranno invogliati ancor di più a separare i rifiuti e anche coloro che, furbamente, oggi eludono il sistema avranno maggiori difficoltà e saranno costretti a differenziare bene. Naturalmente quelle famiglie che producono maggiore indifferenziato, come ad esempio i pannolini e pannoloni, non saranno messe in difficoltà e continueranno ad avere un servizio dedicato con frequenze di ritiro ad hoc ”.

“Inoltre, continua l’assessore, la riduzione delle frequenze dell’indifferenziato libererà ore di servizio che l’attuale amministrazione ha intenzione di convertire in servizi di pulizia e decoro del territorio, quali lo spazzamento meccanico e la pulizia dei tombini da estendere soprattutto nei territori e nelle contrade ad oggi servite parzialmente.”

“Nei prossimi mesi, aggiunge il presidente della ECO.LAN Ranieri, è nostra intenzione lavorare con l’assessore Paolucci e l’Amministrazione per riorganizzare l’intero piano di spazzamento, pulizia e lavaggio delle strade del Comune di Lanciano, puntando decisamente sulla tutela del decoro urbano, dell’igiene, della salute e dell’immagine della Città.

“Inoltre, insieme all’Amministrazione comunale, per l’avvio della tariffazione puntuale, vogliamo attivare sperimentalmente, utilizzando le strutture già esistenti e istallate rispettivamente nel quartiere San Giuseppe e Santa Rita (Eco Parco), un sistema di misurazione della quantità di CO2 prodotto da ogni utenza (associando ad ogni frazione un fattore di emissione), attraverso la contabilizzazione della produzione non solo del rifiuto indifferenziato ma di tutte le frazioni (carta, organico e imballaggi misti), ed utilizzare quindi un nuovo ed innovativo modello di calcolo della tariffa che tiene conto della produzione della CO2 (meno CO2 produci meno paghi).”

“È intenzione della Eco.Lan SpA, sempre nell’ottica della riduzione dei costi e delle emissioni, di proporre ai Comuni soci un servizio ad hoc ai residenti nelle zone con case sparse, con l’attivazione di un servizio di raccolta su prenotazione con l’utilizzo di app dedicate, che consentirebbe di risparmiare viaggi a vuoto dei mezzi”

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca