Vaccini Covid, partita ufficialmente la campagna vaccinale per le donne in gravidanza e allattamento

[fbls]

CHIETI. Covid e gravidanza, l’importanza di proteggersi in una fase così delicata della vita delle donne e delle famiglie e le informazioni e il supporto che la sanità riesce a dare alle pazienti in attesa. Con l’Open day di oggi e alla luce delle crescenti evidenze sull’efficacia e la sicurezza del vaccino anti-Sars-CoV-2 durante la gravidanza e l’allattamento la Regione Abruzzo, ha ufficialmente attivato la Campagna Vaccinale Regionale per le donne in gravidanza (https://sanitaonline.regione.abruzzo.it/portaleservizi/#/pages/listaservizi).

Attraverso l’accesso libero e l’accesso agli slot appositamente predisposti dall’assessorato alla salute della Regione Abruzzo, per le donne in gravidanza, è stato possibile accedere, in tutta sicurezza e nel rispetto delle misure di distanziamento, ai centri HUB della Regione Abruzzo.

Il Protocollo sottoscritto, il 15 aprile 2021, tra il Ministero delle Salute, le Regioni e le Province Autonome CRS e la Federazione Nazionale degli Ordini delle Professione di Ostetrica ha ufficialmente previsto il coinvolgimento del personale ostetrico nella Campagna di Vaccinazione Nazionale anti COVID-19. L’ordine Regionale della Professione Ostetrica dell’Abruzzo nella persona del Presidente, la dottoressa Cinzia Di Matteo, ha dichiarato la massima disponibilità per collaborare con l’assessore alla Salute Nicoletta Verì, il dipartimento Sanità della Regione Abruzzo e con le aziende sanitarie dell’Aquila, Chieti, Pescara e Teramo.

Il personale sanitario dedicato presente nell’HUB vaccinale, compreso il personale ostetrico, è disponibile per fornire ogni tipo di informazione utile alle donne/coppie che attraverso lo slot si prenoteranno per la vaccinazione Sars-CoV-2 in gravidanza.

Così come evidenziato dalle Asl abruzzesi la vaccinazione riduce significativamente il rischio da parte delle future madri di contrarre l’infezione e di sviluppare la forma grave della malattia. Inoltre, non sono stati ad oggi riportati casi di anomalie fetali indotte dal vaccino e il minimo rischio di reazioni allergiche allo stesso è simile a quello della popolazione generale. Per questo, l’Istituto Superiore di Sanità (ISS)
raccomanda l’estensione dell’offerta vaccinale, con vaccini a mRNA, a tutte le donne in gravidanza nel secondo e terzo trimestre.

La vaccinazione è raccomandata anche durante il periodo dell’allattamento e non vi è necessità di interrompere l’allattamento. Infine, non vi è ad oggi alcuna evidenza che la vaccinazione si associata ad una riduzione della fertilità. In relazione alla sua efficacia ed ai potenziali rischi, anche gravi, cui una donna in gravidanza con infezione da Sars-CoV-2 può andare incontro, gli operatori del Percorso Nascita della Regione
Abruzzo raccomandano la vaccinazione alla future madri, come indicato dall’ISS.

“In questi mesi – spiega l’assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì – abbiamo riscontrato che tra le donne in stato interessante persistono ancora molti dubbi sull’opportunità della vaccinazione contro il Covid, alimentati da un flusso di informazioni non sempre coerenti. Per questo abbiamo promosso questa giornata, in cui è stato possibile ricevere appunto ogni tipo di informazione, chiarire perplessità, ottenere chiarimenti da parte di medici, ostetrici e specialisti. Un’occasione, dunque, per ricevere tutti gli strumenti per una scelta consapevole sulla vaccinazione”.

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca