Concorso per le scuole Sasi, oltre 1.500 gli alunni coinvolti e 70 lavori sottoposti alla giuria

[fbls]

LANCIANO. Non è stato un compito facile selezionare i vincitori del concorso promosso dalla Sasi “C’era una volta l’acqua” rivolto quest’anno non solo agli alunni della Scuola Primaria ma anche a quelli delle medie. Settanta i lavori arrivati nella sede di Marcianese, tra componimenti, disegni, foto e video, a testimoniare di come questo progetto stia già diventando un appuntamento annuale, come nelle intenzioni più volte ribadite del presidente Gianfranco Basterebbe. A questa seconda edizione hanno preso parte le scuole primarie e secondarie dei comuni gestiti dalla Sasi, l’invito a partecipare è stato accolto di buon grado.

La giornalista Maria Rosaria La Morgia, presidente della giuria, Alessandro Lanci fotografo pubblicitario e ideatore di fortunate campagne di comunicazione e Mirko Menna, docente di materie letterarie agli istituti superiori di Vasto sono stati ore a visionare, sono stati chiamati a valutare i lavori. Oltre 1.500 tra piccoli e più grandi hanno partecipato alla realizzazione dei lavori richiesti, agli alunni della prima e seconda elementare è toccato il disegno, il componimento alle altre tre classi, mentre foto e video sono stati assegnati agli studenti della scuola Media. Un risultato che ha superato in termini numerici la prima edizione che pure aveva ricevuto una risposta significativa. “Si tratta di una iniziativa lodevole che invita a riflettere su argomenti che ci riguardano e che troppo spesso ignoriamo. Per fortuna le nuove generazioni sembrano più attente e interessate alle questioni che riguardano la salvaguardia dell’ambiente – ha commentato Maria Rosaria La Morgia – e l’acqua è un bene vitale che però non è illimitato, quindi va usata con consapevolezza. E i lavori realizzati sia dai più piccoli che dai più grandi sono proprio l’espressione di un approfondimento, di uno studio su questo importante tema, vuol dire che c’è stato un confronto che ha favorito una riflessione che sicuramente è continuata anche fuori dall’aula. Sensibilizzare i più piccoli serve anche a scuotere i grandi e questo è davvero un risultato importante, ben vengano progetti di questo tipo. Sono arrivati lavori molto belli e per noi non è stato semplice decidere, tutti sono meritevoli, ma una scelta bisognava farla”. Creatività, fantasia, originalità, impegno e studio sono gli elementi che caratterizzano tutti i lavori, dai disegni, alcuni sono piccole opere d’arte, fino ai video. Il messaggio emerge forte e chiaro “l’acqua è preziosa e insostituibile e non va sprecata”.

La premiazione è prevista il prossimo 7 giugno sempre nel padiglione di Lancianofiera.

E’ contento il presidente della Sasi Gianfranco Basterebbe che già lo scorso anno aveva manifestato l’intenzione a rendere questo appuntamento annuale e vedere il numero dei lavori arrivati conferma che si tratta di un progetto efficace. “La prima edizione del concorso è stata davvero un successo, con la partecipazione numerosa delle scuole. Quest’anno i numeri sono ancora più importanti, ringrazio fin da ora gli insegnanti e i ragazzi per il grande lavoro fatto – ha affermato il presidente -, ci stiamo rendendo conto della sensibilità e attenzione mostrate dai più piccoli e questo fa ben sperare per il futuro. Come lo scorso anno anche questa volta sono previsti premi che andranno alle classi vincitrici, ma tutti avranno un meritato riconoscimento”.

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca