Addio a Padre Lorenzo, in migliaia piangono la sua morte a Lanciano e Chieti

[fbls]

LANCIANO. Se ne è andato in punta di piedi a 90 anni, dopo una malattia che lo affliggeva da anni, Padre Lorenzo, al secolo Giustino Polidoro, frate e parroco per decenni delle chiese di San Pietro a Lanciano e Mater Domini a Chieti. Una vita, la sua, che ha influenzato in meglio quella di migliaia di persone. Imponente fisicamente, la barba bianca che accarezzava spesso, il saio e i sandali, Padre Lorenzo ha vissuto una vita terrena di povertà, ma immensamente ricca umanamente e per chi lo ha conosciuto. Dotato di un grande carisma, i suoi sermoni erano conosciuti e amati da migliaia di fedeli che accorrevano anche da altre parrocchie la domenica per ascoltarlo. Parole potenti, eppure semplici, che alternava in dialetto o in latino, sussurrandole oppure infervorandosi, scherzando giocosamente oppure inchiodando alle proprie responsabilità.

Impossibile raccogliere le migliaia di testimonianze delle sue opere di bene. “Padre Lorenzo – come ha commentato il sindaco di Lanciano Filippo Paolini che nel 2008 firmò una delibera per attribuire al frate originario di Chieti la cittadinanza onoraria di Lanciano – è una persona indimenticabile per la nostra città che ha saputo costruire un intero quartiere”. Il riferimento è al quartiere di San Pietro, nel rione dei Cappuccini, tra i più popolosi della città. Arrivato nel 1965 ha fatto crescere generazioni di ragazzi appassionandoli allo sport, alla natura, allo studio, i cardini della sua intera esistenza. Nel 1966 ha realizzato i primi due campi scuola per i bambini della scuola materna dello Stadio, il nuovo popoloso quartiere che inizia a delinearsi nei pressi dello Stadio Biondi. Nel ’72 ha ottenuto dal sindaco di Rosello, per la benevolenza della gente del paese, l’uso della “Casa del Pastore”, costruzione da adibire a rifugio dei pastori, senza luce né acqua. In pochissimo tempo, l’edificio è stato attrezzato non solo di luce e di acqua, ma anche di mobili, suppellettili e vettovaglie che divenne in poco tempo l”Ostello della gioventù”, inaugurato nel 1980 e che divenne il punto di riferimento per scout, fedeli e ragazzi durante l’estate per escursioni, cammini e ritrovi spirituali.

Padre Lorenzo ha lasciato il segno anche nello sport, con la creazione delle due società sportive Spal (San Pietro Apostolo Lanciano) calcio e Spal Volley che si sono fatte conoscere e apprezzare anche nel resto d’Abruzzo. Obiettivo per Padre Lorenzo era soprattutto impegnare i ragazzi, appassionarli, coinvolgerli affinchè non si “perdessero” per altre strade. E a centinaia devono dirgli grazie. I trent’anni di parrocchia a Lanciano di Padre Lorenzo, amatissimo, seguito addirittura da altre città, con le cerimonie per i sacramenti strapiene di fedeli e non, sono purtroppo coincisi, nel 1995, con la decisione, da parte della curia, di trasferirlo a Chieti. Un atto che per la comunità lancianese ha significato come uno strappo ingiusto e violentissimo. Seguirono immediate e appassionate proteste che tuttavia nulla poterono contro questa scelta.

“Considerato che il significativo contributo dato alla comunità dei fedeli ed, in generale, alla società lancianese, unitamente, al costante impegno profuso giorno dopo giorno, in modo esemplare, – recitava la delibera di consiglio comunale del 2 dicembre 2008 – con notevole senso di abnegazione, costituiscono un valido presupposto per il conferimento, a Padre Lorenzo, della “Cittadinanza onoraria, il consiglio comunale di Lanciano propone di nominare Padre Lorenzo, al secolo Giustino POLIDORO, nato a Chieti il 02/12/1932, “cittadino onorario della città di Lanciano”, che con encomiabile sensibilità e profondo senso umano ha contribuito e contribuisce con la sua figura ad accrescere nella comunità dei fedeli e, non solo, il sentimento di solidarietà, carità nonché la testimonianza di una vita fondata sui precetti cristiani”.

I funerali saranno celebrati domani, venerdì 23 dicembre alle 15 dall’arcivescovo della diocesi di Chieti-Vasto, monsignor Bruno Forte, nella chiesa di Mater Domini a Chieti.

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca