L’Inail nel 2016 ristruttura la propria mission

[fbls]

INAILL’Inail, nel 2016, sembra voler rivedere la sua “mission” passando di fatto ad una tutela non più meramente assicurativa del lavoratore ma totale, guardando alla salute dell’assistito da un punto di vista globale. Ciò passa in primis dal reinserimento lavorativo, un progetto che permetterà agli infortunati di conservare il posto di lavoro. Parliamo di infortunati che hanno subito una riduzione della propria capacità lavorativa. Verranno, infatti, finanziati progetti aziendali volti ad adeguare la postazione di lavoro alla capacità lavorativa del lavoratore infortunato. Nei casi in cui ciò non sarà possibile, il lavoratore verrà seguito nella sua eventuale riqualificazione, formazione e nuova allocazione. Finalmente, poi, per la prevenzione vengono stanziate ingenti somme.

Sono, infatti, 83 i milioni di euro previsti dal bando ISI al fine di agevolare la bonifica dell’amianto e contrastare le malattie professionali legate alle polveri sottili.

115 i milioni di euro, nel prossimo triennio, per il piano di innovazione tecnologica, orientato alla salute e sicurezza in agricoltura che permetterà la rottamazione di buona parte dei trattori. Si pensi che in Italia la media dell’età per trattore, utilizzato in agricoltura, si attesta sui 50 anni di esercizio e ciò è dovuto al costo delle macchine per le quali non basta una prepagata o una travel cash card ma, spesso, è necessario un vero e proprio leasing. 10 milioni di euro in favore del sistema salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Questi serviranno a favorire la promozione di percorsi formativi per RSPP (responsabile servizio prevenzione e protezione) e RLS (rappresentante dei lavoratori per la sicurezza), figure previste dal Testo Unico per la Sicurezza.

Tutto ciò non potrà che sortire una ricaduta per i lavoratori e le imprese della nostra Regione. Basti pensare all’impatto in Abruzzo dei bandi ISI. Il Coordinatore regionale del Crc Inail Abruzzo, Giancarlo De Sanctis, ha affermato: “La sottoscrizione ad ottobre scorso dell’accordo con la Regione Abruzzo per l’erogazione delle prestazioni integrative assistenziali (Lia), grazie alla forte spinta data dalla giornata seminariale da noi organizzata a luglio 2015 e partecipata dagli attori sociali ed istituzionali regionali, permetterà ai lavoratori abruzzesi infortunati di ricevere un’adeguata e celere riabilitazione per il recupero della piena capacità lavorativa”. Insomma i lavoratori non verranno costretti a indebitarsi facendo ricorso alle banche per ottenere ciò che spetta loro di diritto, un aiuto reale (maggiori dettagli su http://espertoprestiti.com/prestiti-findomestic).

(Visto 1 volte oggi)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca