Csa Lab61 e collettivo UallòUallà: tante attività in programma ma a breve mancherà una sede – VIDEO

[fbls]

LANCIANO. Laboratori, assemblee politiche e per la tutela della salute e dell’ambiente, musica e cultura hanno caratterizzato un anno di vita del centro sociale autogestito Laboratorio 61 (Csa Lab61) e del collettivo UallòUallà, dodici mesi intensi e impegnativi che sono stati possibili grazie all’esistenza di uno spazio sociale, libero e aperto. Ma adesso le due associazioni rischiano di perdere la loro sede, in via Barrella (di fronte al nuovo De Giorgio), poiché l’avevano in concessione solo temporaneamente. Così hanno deciso di rendere pubbliche le loro attività e lanciare un appello per trovare dei nuovi locali che possano ospitarle.

I giovani del Csa Lab61 e collettivo Ualló Uallà di Lanciano
I giovani del Csa Lab61 e collettivo Ualló Uallà di Lanciano

«Nell’arco di un anno siamo stati capaci di concretizzare le nostre idee e le nostre ambizioni», dicono Pierpaolo, Daniele, Carlo e Mauro, rappresentanti dei giovani, studenti universitari e delle superiori, che danno vita al centro sociale autogestito, «la nostra mobilitazione ha raggiunto realtà troppo spesso dimenticate, come l’Anffass e il canile, o rimaste escluse, come i giovani, dagli strumenti convenzionali della politica locale.

Tutto questo è stato possibile grazie ad una crescita che il nostro spazio ha stimolato e consolidato. Le quattro mura che ci abbracciano, non rappresentano solo la scatola che contiene le nostre idee, ma una necessità per i nostri progetti e per il nostro futuro. Al loro interno siamo stati capaci di ricostruire un ambiente che si specchia nella nostra identità. La biblioteca, la serigrafia, la ciclofficina e poi le sale aperte alle assemblee politiche, alla cultura, al divertimento, poggiano la loro base sul concetto di mutualismo e sviluppo aperto a tutti e tutte».

«Ognuna di queste conquiste rischia ora di essere vanificata», sottolineano i quattro, «saremo presto costretti ad abbandonare il nostro spazio. Non sarà questo a fermarci, il nostro impegno contro ogni forma di discriminazione politica e sociale vale molto di più. Ci piace pensare però che questa situazione possa rappresentare un serio problema per la nostra città, in virtù delle potenzialità che questo spazio ha espresso e vuole continuare ad esprimere.

Il CSA Lab61 è stato capace di raccogliere ed accogliere intorno a se le diverse sfumature della società, spronandole a mettersi in movimento per migliorarla. Abbiamo intenzione di presentare una richiesta al Comune, sostenuta da una raccolta firme e dalle testimonianze di quanti hanno condiviso con noi un percorso di maturazione e di lotta sul territorio e nel territorio, per mantenere viva la speranza di avere ancora a Lanciano uno spazio libero, aperto e solidale».

I giovani del Csa Lab61 e collettivo Ualló Uallà di Lanciano
I giovani del Csa Lab61 e collettivo Ualló Uallà di Lanciano

Continuano, intanto, le attività nei locali di via Barrella. Tra queste c’è la “Raccolta a quattro zampe” per il canile di Villa Martelli: dalle 15,30 alle 19,30 si raccolgono alimenti, coperte, materassi e medicine per aiutare gli ospiti della struttura.

E tanti eventi fino a dicembre. Si comincia domenica 15 novembre, dalle 12, con “Open Lab”: un pranzo sociale (per prenotarsi contattare il numero 3480973673) durante il quale ad ogni partecipante sarà dato un biglietto della “cicLotteria”. Il vincitore estratto si porterà a casa una bicicletta messa a disposizione dalla ciclo-officina del centro sociale. Alle 18 sarà presentato il libro “Media mafia” a cura di Andrea Meccia.

Poi il cineforum (ore 21,30): giovedì 19 novembre con “V Potere” di Sidney Lumet; il 26 con “Cloud Atlas” di Tom Tykwer e i Fratelli Wachowski; giovedì 3 dicembre con “Passannante” di Sergio Colabona; il 10 con “Il grande dittatore” di Charlie Chaplin. I concerti live (ore 21,30): sabato 21 novembre con I Giorni dell’Assenzio; il 28 con Dubm Dj Wong + Mastam Beat; sabato 5 dicembre presentazione dell’album “Latte & Sangue” di Don Diegoh e Ice One + Keso; il 12 con Rosso Edera + Percezione Sesto Senso. Infine il teatro (ore 18): venerdì 27 novembre con “Pasolini e dintorni, 40 anni di meditazione orale” a cura di Franco Gallina e Mimmo Speranza; il 4 dicembre con “Tento tanto, Storia di vita nella città” a cura di Murè Teatro.

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca