Covid-19: La Giunta Regionale spende 39.500 euro in comunicazione, era necessario?

[fbls]

Se lo chiedono il Partito Democratico e Europa Verde Abruzzo. Prima l’assessore Silvio Paolucci (PD), sulla sua pagina Facebook scrive: “La Giunta lenta preferisce spendere 40.000€ in comunicazione. Nel frattempo tanti operatori del territorio, nelle strutture ospedaliere sono ancora in attesa degli adeguati dispositivi di sicurezza. In questo momento chiediamo maggiori sforzi per loro.

Sono stati spesi 40.000€ di soldi pubblici per una campagna di comunicazione sul coronavirus, quando si poteva sfruttare il lavoro del Ministero della Salute” e poi “Curioso il fatto che la società che si occupa della campagna sia la stessa che cura la campagna per Tua (200.000€)”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Alessandro Monaco coordinatore di Europa Verde Abruzzo:”La Regione Abruzzo è riuscita a spendere 40.000 euro in comunicazione. Sono riusciti a dilapidare soldi sufficienti per acquistare 5 ventilatori polmonari duplex, in comunicazione. Precisamente questi soldi sono stati spesi per dire agli abruzzesi che sta girando un virus pericoloso e quindi devono restare a casa e seguire le misure di sicurezza dettate dai decreti. A noi di Europa Verde, come a tutta la cittadinanza abruzzese, non sembra normale spendere tutti quei soldi per una campagna che è solo una copia sbiadita di quella nazionale che già riesce ad entrare egregiamente nelle case di tutti i cittadini. A noi di Europa Verde non sembra normale che tutti questi soldi siano stati destinati alla Mirus S.r.l., la società di comunicazione dell’esponente di Fratelli d’Italia, nonché responsabile della comunicazione della campagna elettorale del Presidente Marsilio. Società che subito dopo le elezioni regionali del 2019 ha ricevuto dalla TUA un incarico per 200 mila euro. Soprattutto, a noi di Europa Verde, non sembra normale che l’offerta presentata dalla Mirus sia stata di 39.500 € + iva, ossia poco meno della fatidica soglia di 40.000 euro oltre la quale non si può procedere per affidamento diretto. A noi di Europa Verde non sembra normale perché la Giunta ci continua a ripetere che i soldi non ci sono e quindi bisogna procedere con i tagli alla sanità regionale. Per lo stesso motivo, a noi di Europa Verde, sembra strana anche la proposta di creare un super ospedale da campo per far fronte all’emergenza covid-19. Vogliono farlo all’interporto di Manoppello o al PalaRigopiano di Pescara, di fatto vogliono crearlo da zero. Intanto vengono chiusi o depotenziati ospedali come quello di Popoli, o quelli di Atessa, Casoli e Guardiagrele”.  Prosegue Monaco:” Al governo della nostra regione non importa che strutture nuove vengano lasciate all’abbandono. Al governo della nostra regione non importa degradare intere aree e favorirne lo spopolamento. Al governo della nostra regione non interessa ascoltare la voce dei cittadini. In breve al governo della nostra regione non interessa fare la cosa giusta, gli interessa solo far vedere che sta facendo qualcosa. È per questa ragione, forse, che il governo sperpera le nostre risorse, perché ha bisogno di sprechi sensazionali per sorreggere una politica sensazionalistica che mascheri un’azione che è fatta di nulla. Per queste ragioni noi di Europa Verde continuiamo a chiedere, con forza, che la voce di migliaia di cittadini non venga ignorata: chiediamo che i fondi regionali vengano utilizzati per recuperare quei piccoli ospedali che sono strategici per garantire il diritto alla salute di tutti gli abruzzesi”.

 

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca