Atessa, salute e sicurezza in primo piano al Family day della MA

Attività sportive, lezioni di primo soccorso, giochi e regali per i bambini in una giornata di festa partecipata e commossa nel ricordo di ​Lanfranco Verì

[fbls]

 

È stata una giornata memorabile per gli oltre 100 dipendenti dell’azienda MA di Atessa, che ieri per la prima volta hanno vissuto il luogo di lavoro in un modo diverso in occasione del primo Family day. Dal pomeriggio, e fino a sera, il capannone è stato trasformato in una piazza con tante “isole” dedicate ad attività diverse: la gara podistica per bambini con i Podisti frentani, lo spinning con il Gruppo Spinning de Le Gemelle, i gonfiabili per i più piccoli, lo spazio trucco per le bambine, la simulazione della guida in stato d’ebrezza con l’ausilio di appositi occhiali, musica dal vivo, giochi e molto altro. Al di là delle attività più ludiche riservate ai bimbi, le altre iniziative erano tutte ricondotte a due tematiche assai care all’Azienda, salute e sicurezza, sulle quali vengono costantemente investite risorse sia sul fronte della formazione che della dotazione di mezzi per azioni concrete di prevenzione e protezione. Di qui la scelta di promuovere l’attività fisica come sano stile di vita, pratiche di primo soccorso per la rianimazione cardio-polmonare, uso del defibrillatore e manovre per la disostruzione pediatrica.

Nel corso dell’iniziativa, sulle note dell’Ave Maria cantata da Beyoncé, è stato dedicato un commosso ricordo a Lanfranco Verì, il dipendente stroncato a 52 anni da un attacco cardiaco proprio alla vigilia del Family day, che inizialmente era stato organizzato per il 3 dicembre. L’evento luttuoso, che si era consumato il giorno precedente, aveva indotto la Direzione dello stabilimento ad annullare l’appuntamento per riproporlo in altra data.

Ma è stato il clima di festa a rendere la giornata davvero speciale, resa tale dalla cura cercata in ogni dettaglio, dagli addobbi sistemati ovunque, persino sui robot, alla musica, al profumo proveniente dall’area ristorazione, ai regali per i bambini, che sono stati gli ospiti d’onore della giornata.
“Essere un’Azienda nella quale sentirsi famiglia è stata sempre la nostra cifra – sottolinea il Direttore dello stabilimento Alessandro Salvi  – e ieri tutto questo era assolutamente visibile, lo si poteva quasi toccare. E lo si leggeva sui volti entusiasti e a tratti commossi dei nostri dipendenti, che hanno condiviso con le famiglie il luogo di lavoro che è la nostra casa comune, dove ciascuno è parte importante di un insieme che per essere tale ha bisogno del contributo di tutti. Stare insieme e vivere la fabbrica in un modo diverso ci ha fatti sentire ancora più vicini, rafforzando i sentimenti di appartenenza a quest’azienda, a un gruppo solido e di successo, con il giusto orgoglio di chi sa di essere per essa importante. Momenti come questi sono importanti per far conoscere meglio ruoli, obiettivi,  strategie e soprattutto i valori che ispirano l’Azienda, così da viverla come una realtà che ognuno sente come propria”

Insomma, il benessere dei lavoratori è un must per l’Azienda del gruppo CLN specializzata nella produzione e nell’assemblaggio di parti strutturali, componenti, sottogruppi e moduli in acciaio per autovetture e veicoli commerciali leggeri. Approdata in Val di Sangro da 17 anni, conta oggi 110 dipendenti,  ed è presente con i suoi siti produttivi in Italia, Europa, Sud America, Asia e Africa con 26 stabilimenti produttivi  3 centri di Ricerca

La storia del Gruppo CLN, di cui la MA S.r.l. di Atessa fa parte, ha origine nel 1948, quando Mario Magnetto avvia il primo embrione di attività siderurgica e lo guida in pochi decenni a uno sviluppo internazionale. Oggi il gruppo è tra i principali player mondiali nel mercato della lavorazione, stampaggio, assemblaggio, profilatura di componenti metallici per il settore automotive, con la divisione MA, e per le ruote con la divisione MW.

È presente in quattro continenti con oltre 50 tra siti produttivi e sedi commerciali presso cui lavorano circa 7.500 dipendenti.

Fortemente presente anche nel sociale con la fondazione “Mario Magnetto” che prende il nome dal primo fondatore quasi a ricordare che certe tradizioni aziendali nascono si nel passato ma hanno radici forti e prosperose anche nel presente.

La realtà della MA Atessa vede nell’ultimo quinquennio un aumento dell’occupazione di quasi il 60% tutto rapportato al proprio turn over, tutto questo possibile grazie alle ottime relazioni con il Gruppo FCA insieme alle confortanti produzioni di Sevel Val di Sangro che negli ultimi anni ha incrementato la propria produzione gettando delle ottime basi per un futuro roseo con le realtà produttive del suo stesso indotto.

Licia Caprara

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca