Comunicare per proteggere Lanciano, 100.000 euro dalla Regione Abruzzo.

[fbls]

Il 27 luglio scorso la Regione Abruzzo ha assegnato al Comune di Lanciano un finanziamento di 100.000 euro per l’attuazione del progetto “Comunicare per Proteggere Lanciano”. Il progetto è stato presentato nell’ambito del Bando per la concessione di sovvenzioni per rendere più efficaci i modelli comunicativi e informativi in materia di protezione civile ed è risultato tra i selezionati e finanziati a seguito di una specifica valutazione di merito.

La proposta progettuale, finalizzata alla comunicazione e alla prevenzione dei rischi legati a calamità naturali in tempo di “pace”, è stata elaborata dal Dipartimento di Ingegneria e Geologia dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara (responsabili scientifici Enrico Miccadei e Tommaso Piacentini) e il Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali – CDCA Abruzzo (responsabili Tommaso Pagliani e Silvia Ferrante), in quanto sottoscrittore del Contratto di Fiume del Feltrino in cui il Comune di Lanciano è capofila, con il contributo del responsabile tecnico del servizio di Protezione Civile comunale Fausto Boccabella.

Il progetto prevede la strutturazione e la realizzazione di un Sistema Informativo Territoriale integrato e gestito, che consentirà di perfezionare la correlazione fra gli scenari di rischio e i livelli di allerta previsti in occasione di calamità naturali (sismiche, metereologiche, geomorfologiche). Il sistema, connesso a mezzi di comunicazione digitale, consentirà di potenziare la gestione/comunicazione, sia a livello istituzionale che verso la popolazione, nelle fasi prima, durante e dopo l’emergenza, garantendo maggiore coinvolgimento e comunicazioni più efficaci e rapide, a livello comunale e intercomunale (COM. n. 5 Lanciano).

Prot.Civ2

La proposta è finalizzata, inoltre, alla formazione e all’informazione a favore della tutela dei cittadini attraverso l’adozione di linguaggi chiari e strumenti semplici e di ampia diffusione attraverso lo sviluppo di nuovi modelli comunicativi nella prevenzione e gestione degli eventi calamitosi e nella prima emergenza. Il progetto, articolato in 5 fasi e da concludere entro il 31 dicembre 2019, promuove anche una formazione specifica per gli operatori di protezione civile. In sintesi si intende sviluppare un sistema che migliori la comunicazione e la sensibilizzazione sulle pericolosità e i rischi naturali, basato sui principi della precauzione e della prevenzione e della mitigazione dei danni causati all’ambiente e finalizzato a proteggere la popolazione e il suo territorio. Il Sistema Informativo Territoriale sarà elaborato e gestito dal Servizio di Protezione Civile del Comune di Lanciano, in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria e Geologia dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara e la Segreteria Tecnica del Contratto di Fiume del Feltrino è esteso al territorio del Comune di Lanciano e ai comuni compresi nel Centro Operativo Misto n. 5 Lanciano, compreso il bacino idrografico del torrente Feltrino: per questo motivo il Sistema consentirà una gestione sia a scala di bacino idrografico che di livello comunale della prevenzione delle calamità naturali. Il Sistema sarà connesso alla rete sismologica, alla rete di stazioni metereologiche regionale e alla rete di stazioni idrometriche regionale, ed in particolare al sistema regionale ALLARMETEO. Nel progetto potranno essere integrate anche reti di monitoraggio locali in particolare per il monitoraggio delle precipitazioni e delle portate del Feltrino.

“Esprimiamo tutta la nostra soddisfazione per questo importante finanziamento che consentirà di realizzare un importante servizio per la nostra comunità, quale quello di una più efficace e proficua comunicazione sui temi della protezione civile. Ringrazio fin da ora il responsabile della funzione di Protezione Civile comunale Ing. Fausto Boccabella, i responsabili del Cdca e i referenti dell’Università D’Annunzio per le competenze che metteranno a servizio della comunità per dare massima diffusione possibile alle informazioni relative alle pericolosità e ai rischi naturali legati alle calamità naturali nelle diverse fasi prima, durante e dopo le emergenze. Il livello di prevenzione e la capacità di adattamento alle calamità del territorio di Lanciano sarà sensibilmente migliorato”, dichiara il Sindaco di Lanciano Mario Pupillo.

“Il progetto Comunicare per proteggere Lanciano è l’infrastruttura “immateriale” che va ad aggiungersi e a completare quella “materiale” della realizzazione del nuovo Centro Operativo Misto n.5 di Lanciano che sorgerà in località Re di Coppe entro fine anno. L’opera è stata finanziata con 800.000 euro, i lavori sono in corso, l’edificio che ospitava l’ex mattatoio è stato demolito e a breve l’intero comprensorio Frentano potrà su contare su una struttura di Protezione Civile moderna, funzionale, sicura, efficiente a garanzia della sicurezza di tutti”, dichiara l’Assessore ai Lavori Pubblici Giacinto Verna.

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca