Cultura, “Re-live la musica torna a casa” in diretta streaming dal Teatro Fenaroli

[fbls]

Un festival per riportare la musica e gli artisti al centro del palco del Teatro Fedele Fenaroli e direttamente nelle case dei cittadini. E’ stato presentato questa mattina nel corso di una videoconferenza alla presenza del Sindaco Mario Pupillo e dell’Assessora alla Cultura Marusca Miscia il progetto musicale e culturale “RELive: La Musica Torna a Casa”, cinque appuntamenti in musica che saranno tutti trasmessi in diretta streaming dal Teatro Fedele Fenaroli di Lanciano, a partire dal 21 marzo. Il progetto, finanziato in larga parte dal Comune di Lanciano e coordinato da PICSAT Abruzzo per la direzione artistica di Gianmaria Tantimonaco, punta ad essere una risposta concreta al mondo della cultura, delle arti e dello spettacolo nonché al diritto dei cittadini di usufruire di contenuti culturali originali e creativi. L’obiettivo è quello di sostenere il settore dello spettacolo valorizzando nel contesto attuale le possibilità che il digitale offre per conservare il rapporto tra arte e pubblico e allo stesso tempo di offrire ad artisti di caratura nazionale e internazionale l’occasione di tornare a calcare il palcoscenico del Fenaroli, da più di un anno chiuso a causa delle restrizioni covid19.

I cinque concerti saranno trasmessi gratuitamente sul canale youtube di PICSAT Abruzzo a partire dalle ore 21.30, con un format dal taglio televisivo e professionale: si inizia il 21 marzo con il Trio La Scala di Seta in “Amore che ne la mente mi ragiona“, il 27 marzo sarà la volta di Ancestral Chamber Music; il 4 aprile spazio ai Lilac For People, il 17 aprile appuntamento con Diora Madama e il 25 aprile sarà il duo Stefano Barbati e Fabio Ciminiera a chiudere con “Acoustic Ladyland“.

RELive è un tornare a casa per noi che amiamo la musica e i luoghi dello spettacolo come il nostro Teatro Fenaroli. Questa prima edizione del festival, che apriremo ad altre realtà e ad altri territori, vuole essere la risposta concreta, fattibile, sostenibile e, in piena onestà intellettuale, di compromesso per permettere la sopravvivenza alla musica, agli artisti e a tutte le persone e i luoghi che di essa si nutrono. I concerti si svolgeranno in diretta streaming, quindi nel pieno rispetto delle vigenti normative anti-Covid, da un luogo simbolo della comunità in cui il progetto nasce, ovvero a Lanciano, città della musica. I concerti saranno fruibili gratuitamente, ma ci sarà la possibilità per i cittadini e quanti hanno a cuore la musica e i suoi protagonisti di contribuire direttamente attraverso una raccolta fondi attiva sulla piattaforma di crowdfunding Produzioni Dal Basso. (https://www.produzionidalbasso.com/project/relive-la-musica-torna-a-casa/), che prevede premi in base all’importo della donazione. Lo scopo sarà quello di coprire in parte le spese di questa edizione e garantire, come comunità, il futuro di questo festival che punta a crescere nel tempo e coinvolgere sempre più comuni abruzzesi e artisti internazionali“, ha sottolineato il direttore artistico Gianmaria Tantimonaco.

“Il Teatro Fenaroli riaprirà dopo un anno e lo farà in grande stile grazie ad un progetto nuovo, proposto da un gruppo di giovani artisti e operatori dello spettacolo coordinati da Gianmaria Tantimonaco che da subito abbiamo sostenuto come Assessorato alla Cultura. In un periodo di totale dimenticanza nei confronti del mondo dello spettacolo, Lanciano torna ad essere capofila anche per questo comparto attraverso una idea vincente che coinvolge oltre 50 tra artisti locali e nazionali, tecnici, operatori e che auspico possa essere replicata negli spazi culturali di altre comunità. Il mio ringraziamento particolare va a Gianmaria Tantimonaco, giovane compositore e produttore lancianese che già ha saputo farsi notare a livello nazionale per le sue qualità e il suo talento. “RE-LIVE, la musica torna a casa” è un modo per augurare a tutte le maestranze colpite da questa pandemia, di tornare a vivere nei luoghi della cultura attraverso una modalità che siamo felici di condividere e di rilanciare anche attraverso l’invito a partecipare seguendo i concerti proposti e sostenendo il crowdfunding proposto per l’occasione dalla Picsat”, ha dichiarato l’Assessora alla Cultura Marusca Miscia.

Alcune note sugli artisti e i concerti che saranno trasmessi in diretta streaming dal Teatro Fenaroli di Lanciano

Trio La Scala di Seta in “Amor che ne la mente mi ragiona” – 21 marzo

La poesia del sommo poeta ha un suo fascino discreto a volte altre volte dirompente; potente mezzo di illusione, attività sognante ma indispensabile perché permette all’uomo di esprimere quel che è e quel che potrebbe essere in uno spazio minuscolo, concentrando emozioni, percezioni, fantasie.Lo spettacolo vuole restituire la capacità della poesia di Dante di coinvolgere con la sua armonia e le sue potenti immagini, i suoi versi, le rime le ripetizioni i silenzi, le atmosfere. Per raccontare tutto questo, in occasione delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte del Poeta nel 2021, i versi dei sonetti e delle canzoni, le terzine della Commedia e le riflessioni del Convivio, le donne gentili, Beatrice, Francesca, si intrecciano alle musiche di compositori antichi e moderni come Gluck, Handel, Tosti, Bellini, Puccini, Gomez, Rota, Cericola, in una ideale narrazione che tocca l’universale tema dell’amore in tutte le sue declinazioni

Ancestral Chamber Music – 27 marzo

Formazione da camera composta da Soprano (Chiara Tarquini), Flauto (Leila Vinciguerra), Oboe (Angelo Centofanti), Violoncello (Sandra Rojas) e Pianoforte (Antonella Salvatore). Il progetto nasce dall’iniziativa di musicisti lancianesi nel ricercare, riarrangiare e proporre splendide pagine dei capolavori della musica da film (e non solo) di grandi compositori della cinematografia tra cui: Morricone, Rota, Cipriani, Zimmer, Piovani, Djawadi e molti altri. Il gruppo, soprattutto commemorando la scomparsa di Ennio Morricone, ha lo scopo di diffondere e raccontare, tra musica e parole, la fortunata tradizione della musica da film e straniera. Nel suo attivo il gruppo collabora e suona attivamente con il Salotto interculturale Artistico “Casa Spinelli”, l’Accademia Internazionale delle Belle Arti di Pescara (Dir. Artistico M° Antonio Cericola), “Penne in Festival”, il Premio Letterario Nazionale Città di Filetto, Sinestesia “Melodie dell’Alba”, “Spettacolosia” festival 2020, Canadian College Italy, Teatranti d’Abruzzo “Abruzzesi di ieri e di oggi tra Arte, Musica e Letteratura” (IV Edizione), l’Orchestra Europea per la Pace di Alexian Spinelli (esibendosi nel Teatro Lirico e Conservatorio di Musica di Cagliari, con direttore M° Luciano Pannese).
Ha partecipato, inoltre, alla IX rassegna corale in onore di Santa Cecilia presso il “MuMi”Museo Michetti . È stato premiato per l’esecuzione di musiche da film da Danilo Daita, conduttore di Sanremo Festival Giovani in un concerto per San Pietro in Lanciano. Collabora al “Progetto 99, la mistica della marmellata” di Amici e autori Tabula Fati. Ha fatto parte del progetto “LaCoda” di E. Flacco e M.Colasanti nel “GOFestival” di Guardiagrele. Ha collaborato con“Bell’estate 2020, UNPLI CHIETI”, presentandosi a Palena, Fossacesia e Atessa.

Lilac For People – 4 aprile

Lilac for People è il progetto della cantante- compositrice italo-tedesca Francesca Gaza. Un moderno ensemble composto da otto elementi che affonda le sue radici nel jazz, ma si nutre delle suggestoni del pop e dell’elettronica nel creare un chamber jazz-pop originale e sognante.
Le muse ispiratrici di questa concezione musicale sono figure femminili orgogliosamente crossover, non etichettabili sotto un solo genere ma che abbracciano una concezione di musica pop a trecentosessanta gradi, attraverso il rispetto del passato e allo stesso tempo uno slancio verso il futuro: Björk, Laura Mvula, Becca Stevens, Kimbra, Maria Schneider, My brightest Diamond, Joni Mitchell. Francesca dà vita al suo ottetto all’inizio del 2017 in cui include sette amici e compagni di studi con cui dopo poco vince il primo premio nazionale di composizione del MIDJ (Musicisti Italiani di Jazz), inoltre a maggio 2018 conquista il primo premio di JazzAlguer Mediterrani diretto da Paolo Fresu. L’album d’esordio prodotto da Andrea Lombardini è uscito nel 2019 e ora la band sta producendo un nuovo disco.

Diora Madama – 17 aprile

Diora Madama è una cantante e songwriter italiana R&B-POP. La sua voce acida e dalle forti influenze soul si tuffa in un mondo di sonorità fresche e moderne arrivando ad abbracciare anche la Trap music. Il suo sound strizza l’occhio alla nuova scena musicale europea, suggerendo nomi come Jorja Smith e Tom Misch, ma senza dimenticare le origini come Jamiroquai e Daft Punk. Classe 1995, dalla personalità irrequieta e controversa, cresce in un ambiente artistico grazie alla madre pittrice e si diploma presso il Liceo Artistico in cinema e fotografia, mentre coltiva la passione per la musica studiando pianoforte e canto durante la sua adolescenza e continuando il suo percorso nel conservatorio. Realizza il suo primo singolo “Permanent Vacation” in settembre 2019, prodotto da Mark Opitz (AC/DC, INXS, KISS, giudice Grammy Awards USA); pubblica il suo secondo singolo “Needn’t” nel febbraio 2020 grazie al quale arriva sui media nazionali spagnoli Radio 3 e MTV Spain. Segue, durante il mese di luglio 2020, il suo terzo singolo “Surelyy”. Diora sta attualmente lavorando ai suoi prossimi singoli che confluiranno in un concept EP.

Stefano Barbati e Fabio Ciminiera in “Acoustic Ladyland” – 25 aprile

Lo spettacolo è un viaggio acustico nell’anima dei classici di Jimi Hendrix, il grande rivoluzionario della chitarra elettrica del Novecento. Il contributo enorme di Hendrix al rock e alla musica in generale è indiscutibile: Stefano Barbati e Fabio Ciminiera ne affrontano la figura attraverso una performance di parole e musica dove si alternano i brani più significativi e i racconti e gli aneddoti riguardanti la sua carriera.
In questo modo la forza e la modernità di Jimi Hendrix emergono in una maniera scarna e diretta tale da mettere in risalto la forza e la bellezza di testi e melodie, la sua capacità di spingersi oltre e sperimentare in ogni direzione le possibilità della musica e dello strumento
Una visione del re: il titolo del reading, non a caso, parafrasa Electric Ladyland, il doppio LP capolavoro del mancino di Seattle datato 1969, il suo album più visionario e sperimentale. Stefano Barbati, chitarrista considerato tra i più interessanti nel panorama italiano della chitarra acustica, ha di recente pubblicato il CD “Acoustic Ladyland – an acoustic tribute to Jimi Hendrix” per Fingerpicking.net: il disco da anche il titolo al reading intorno alla figura del chitarrista statunitense e presenta gran parte dei brani suonati nel corso della serata. Fabio Ciminiera è redattore di Jazz Convention (www.jazzconvention.net) e autore del libro Le rotte della musica, pubblicato nel 2009 per Ianieri Edizioni.

RELIVE La Musica torna a casa.pdf

(Visto 1 volte oggi)

ALTRE NOTIZIE SU LANCIANO24.it

Cronaca

Primo Piano

Primo Piano

Primo Piano

Cronaca

Cronaca